Quotidiano di informazione campano

IERI BARBARA DURSO ANUNCIATO CHE LO SCONTO DI PENA PER FABRIZIO CORONA La Cassazione annulla lo sconto da 13 a 9 anni: «Pena da ricalcolare

CRONACA RADIO PIAZZA NEWS- SI STA ESAGERANDO TROPPO

0

Fabrizio Corona dovrà rimanere in carcere altri 11 anni. La Corte di Cassazione ha annullato infatti lo sconto di pena (da 13 a 9 anni) che gli era stato concesso lo scorso 10 febbraio dal gip del tribunale di Milano. NO ALLO SCONTO DI PENA

La corte suprema ha rinviato per un nuovo esame il calcolo della pena totale che dovrà scontare l’ex agente dei paparazzi, condannato anche al pagamento delle spese processuali. Corona è recluso nel carcere milanese di Opera da circa due anni.

LA RICHIESTA DEI DOMICILIARI
Proprio nei giorni scorsi ha chiesto al tribunale di Milano di poter scontare il resto della pena ai domiciliari oppure in una comunità come quella di don Mazzi. «Sto male, ho seri problemi psicologici e vi chiedo di darmi un’opportunità», ha detto ai giudici.

«PERSONALITA’ BORDERLINE»
La richiesta è stata avanzata sulla base di una perizia dalle conclusioni drammatiche. Chiuso nella sua cella del carcere di Opera, Corona rischia di finire preda di una psicosi dalle conseguenza imprevedibili, che finora è stata scongiurata solo dai farmaci e dai trattamenti psicologici. L’ex agente dei paparazzi e marito di Nina Moric, scrive il dottor Riccardo Pettorossi, ha una personalità «narcisistica» e «borderline». Il primo disturbo lo fa sentire superiore alle altre persone, dalle quali vuole però essere continuamente ammirato; il secondo gli fa provare emozioni eccessive ed estremamente variabili. NUOVA PERIZIA
Sempre secondo il perito, in carcere l’uomo sarebbe preda di disturbi d’ansia con attacchi di panico e depressione, acuiti e amplificati dopo due anni in cella dove non può gratificare se stesso con gli eccessi, la grandiosità e l’assenza di vincoli e controlli. La palla ora è nelle mani dei giudici, che hanno deciso di disporre una perizia psichiatrica per verificare lo stato di salute mentale di Corona.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.