Quotidiano di informazione campano

IERI ITALIA CROAZIA 1-1

0

Al gran gol di Candreva replica Perisic, complice un errore di Buffon. Gli ultrà croati lanciano fumogeni e costringono l’arbitro a sospendere per due volte la partitaFumogeni in campo e stop, gol ed errori: Italia-Croazia finisce 1-1 – Corriere.it

E la quinta non venne: Antonio Conte inseguiva proprio la vittoria consecutiva numero cinque, come non succedeva dai tempi di Vicini. Con la Croazia ha partorito un pari. Giusto, alla fine, ma che, come spesso capita, può essere visto come un bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto. Pieno perché l’Italia era oggettivamente inferiore, date le assenze di Pirlo e Verratti, in termini di qualità rispetto all’avversario dei Rakitic, dei Perisic e dei Modric. Vuoto perché il divario non giustifica comunque l’imbarazzante possesso palla dei croati e Immobile e Zaza non sono sembrati i gioiosi scavezzacollo di settembre ( molto meglio Pellè- El Shaarawy). Italia e Croazia, continuano dunque appaiate a dieci punti, la partita della verità ci sarà il 12 giugno prossimo a Zagabria. Male infine la gestione dell’ordine pubblico: i tifosi ospiti hanno costretto l’arbitro a sospendere la partita dopo aver bersagliato il campo di razzi. E questo non è ammissibile a tali livelli. Ma veniamo alla partita giocata.CALCIO RADIO PIAZZA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.