Quotidiano di informazione campano

Ieri la Cassazione delude la famiglia Rea

Carmela D'Avino per radio piazza news

0

L’ex caporalmaggiore non resterà però in carcere per 30 anni, la pena è stata ritenuta troppo pesante nonostante il procuratore generale ne avesse chiesto la conferma: il nuovo processo a Perugia stabilirà il suo destino.L’ha uccisa lui, il marito, il padre della loro figlia Vittoria. Salvatore Parolisi, l’unico imputato per la morte di Melania è colpevole, lo stabiliscono ormai tre gradi di giudizio mettendo la parola fine (ma non del tutto giacché sarà un appello a Perugia a stabilire definitivamente la pena) al caso giudiziario che va avanti dal 2011 quando la giovane mamma di Somma Vesuviana fu rinvenuta cadavere, uccisa da 35 coltellate, nel bosco delle Casermette a Teramo.Ieri sera la sentenza: Parolisi ha ucciso la moglie ma la pena di 30 anni inflittagli dalla corte d’assise d’appello andrà diminuita. Così ha deciso la Suprema Corte disponendo un nuovo processo per rideterminare la pena. Ieri sera, subito dopo la sentenza, il fratello di Melania, Michele Rea, si è detto soddisfatto: “Abbiamo finalmente messo fine a questa storia” – ha detto, per noi non contava l’accanimento, ma la conferma”. Così come sono soddisfatti gli avvocati di Parolisi, Walter Biscotti che ha difeso l’ex militare in Cassazione insieme a Titta Madia”Siamo soddisfatti – dice – perché si farà un nuovo processo seppure limitatamente all’annullamento della circostanza aggravante deciso dalla Cassazione: adesso la condanna a trent’anni non esiste più ed è quello che chiedevamo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.