Quotidiano di informazione campano

IERI A ROMA-Sara Di Pietrantonio, i funerali a Roma. La madre chiede ‘giustizia’

Bara bianca per la giovane uccisa dal fidanzato perché non accettava la fine della loro relazione. La madre: 'Ora giustizia'

0

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

 Roma il funerale di Sara Di Pietrantonio, la studentessa 22enne uccisa e data alle fiamme dall’ex ragazzo. Il rito viene celebrato nella parrocchia di Santa Maria Madre della Divina Grazia a Ponte Galeria, alla periferia della capitale.  Foto, disegni dei bimbi di una scuola d’infanzia, rose bianche e messaggi: “Sarai l’angelo più bello”.

La chiesa, a poche centinaia di metri dal luogo dell’omicidio, e’ gremita di persone. Moltissimi gli amici che l’hanno voluta salutare per l’ultima volta. Un lungo applauso ha accolto l’ingresso della bara bianca. Poco prima è entrata la mamma, Tina, abbracciata da alcuni parenti.

Giustizia ci dovrà essere. Combatterò con tutte le mie forze perché giustizia ci sia” ha detto la Tina, mamma di Sara durante il funerale della figlia. “Ti voglio ricordare così – ha proseguito la donna – con il tuo sorriso bellissimo. Un gesto crudele ha spento il sorriso – ha aggiunto – Niente potrà cancellare questa tragica perdita e consolarci”.

A parlare, con la voce spezzata dalle lacrime, anche la cugina di Sara. “Ti chiedo scusa se non ci sono stata quando avrei dovuto esserci – ha detto la ragazza – Vado avanti ricordando quello che da piccola ho fatto con te. Non deve essere un esempio quello che è accaduto a Sara – ha concluso – ma quello che era lei. Ciao Sarè”.

Palloncini celesti e un lungo applauso hanno accompagnato l’uscita della bara di Sara, portata a spalla dagli amici. Tra le corone di fiori quella della presidente della Camera, Laura Boldrini. Lacrime e abbracci tra gli amici di Sara durante la cerimonia. Sulla bara bianca la gonna di un tutù da danza e una grande corona di fiori rosa.

Accanto all’altare un cartellone con decine di foto che ritraevano Sara in vari momenti. Al centro una dedica: “E’ tutto scritto ed è qui dentro e viene tutto via con me”. Tra le persone presenti, il presidente del municipio Maurizio Veloccia.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.