Quotidiano di informazione campano

Il bluff Cleopatra e la rabbia di Vincenzo Cuomo su Facebook: «Una tipica storia italiana»

0

 

Una storia italiana. Lha definita così Enzo Cuomo, sindaco di Portici e presidente dellAnci regionale, sul suo stato di facebook. Il giorno dopo il bluff Cleopatra, il sindaco di Portici parla della decisione di chiudere le scuole in una mattinata che, secondo la Protezione civile, doveva essere di allerta per la pioggia. Siamo di fronte a una toppata clamorosa dichiara a Metropolis Tv – cè stato un allarmismo diffuso. A un certo punto sembrava dovesse arrivare un tifone che si doveva abbattere sulle nostre comunità. E questi timori erano contenuti nelle comunicazioni della Protezione civile che ci arrivavano attraverso la Prefettura. Cuomo chiede scusa. Ovviamente, convinto di non avere alcuna colpa. Mi sono assunto la responsabilità, in maniera provocatoria, di chiedere scusa a nome della Protezione civile per una chiusura del tutto ingiustificata delle scuole. Il sindaco di Portici ringrazia anche i colleghi di Torre Annunziata e Castellammare: Ho il dovere di ringraziare Starita e Bobbio che si sono adeguati allarmonizzazione dei provvedimenti da adottare, dal momento che non avevano alcuna intenzione di adottare questa scelta.

Una storia italiana. Lha definita così Enzo Cuomo, sindaco di Portici e presidente dellAnci regionale, susustatdifacebook. Il giorno dopo il bluff Cleopatra, il sindaco di Portici parla della decisione di chiudere le scuolein una mattinata che, secondo la Protezione civile, doveva essere di allerta per la pioggia. Siamo di fronte a una toppata clamorosa dichiara a Metropolis Tv – cè stato un allarmismo diffuso. A un certo punto sembrava dovesse arrivare un tifone che si doveva abbattere sulle nostre comunità. E questi timori erano contenuti nelle comunicazioni della Protezione civile che ci arrivavano attraverso la Prefettura. Cuomo chiede scusa. Ovviamente, convinto di non avere alcuna colpa. Mi sono assunto la responsabilità, in maniera provocatoria, di chiedere scusa a nome della Protezione civile per una chiusura del tutto ingiustificata delle scuole. Il sindaco di Portici ringrazia anche i colleghi di Torre Annunziata e Castellammare: Ho il dovere di ringraziare Starita e Bobbio che si sono adeguati allarmonizzazione dei provvedimenti da adottare, dal momento che non avevano alcuna intenzione di adottare questa sceltaRibadisce le notizie allarmistiche che arrivavano da Napoli: La responsabile della prefettura di Napoli parlava di una caduta di 120ml di acqua. E lo ricorda per spiegare anche il perché delle decisioni: Oggi è facile sorridere e fare ironia. Ma noi ci dobbiamo ricordare quello che è successo a Genova con la pioggia, e a Roma con la neve. Lunedì io mi sono chiesto e se le previsioni della protezione civile erano valide e i sindaci non avessero chiuso le scuole? Se si verificavano incidenti, cosa succedeva contro quei sindaci? Sarebbero stati messi sula gogna mediatica e poi indagati e si sarebbero dovuti difendere davanti alla legge per le omissioni. Oggi tutti dicono ma perché avete chiuso le scuole? Lo abbiamo fatto perché le previsioni della protezione civile erano completamente sbagliate. Ma lo possiamo dire oggi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.