Quotidiano di informazione campano

Il Camper della salute parte da Nola

0

In tema di sesso i giovani di oggi sanno tutto, ma capiscono poco o niente. Complice la rete, che ha travolto qualsiasi tabù, sono troppi infatti quelli che vivono la propria sessualità e l’affettività ad essa collegata senza pensare alle conseguenze, dalle gravidanze indesiderate ad infezioni terribili come HIV, epatite C e sifilide, che anche in Campania stanno registrando un costante e sensibile aumento. Secondo l’OMS, infatti, sono circa 340milioni  i nuovi casi di Infezioni trasmissibili  sessualmente (ITS) che si registrano ogni anno al mondo in età fertile.  E un adolescente su quattro contrae una ITS dopo un rapporto sessuale. Nessuna meraviglia se si considera da un lato che, in base alle statistiche più recenti,  circa la metà dei giovani approccia alla relazione con l’altro sesso in modo disinvolto senza un’adeguata formazione, spesso in modo ludico, senza cioè considerare il peso psicologico ed esistenziale che hanno le relazioni interpersonali, in particolare quelle amorose, così dense di non poche conseguenze. Se i giovani a volte credono sia inutile usare protezioni, un quarto non le adopera più dopo la prima volta ed oltre   ¾  sono  convinti  di essere al riparo da malattie trasmissibili sessualmente perché  il partner è degno di fiducia, d’altro lato sempre più in aumento   risultano i rapporti occasionali, spesso associati al consumo di droghe o all’eccesso di bevande alcoliche o a sintomi depressivi.

Per  fornire agli adolescenti il necessario bagaglio di conoscenze  e sensibilizzarli sull’importanza della prevenzione,  l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, con il contributo della Regione Campania – Dipartimento della salute,  ha organizzato una campagna itinerante che toccherà alcuni centri nevralgici della Campania come Castellammare di Stabia, Portici, Sorrento, Eboli.

Usa la testa. Ascolta il tuo cuore” è lo slogan dell’iniziativa che si avvale della direzione scientifica del Prof. Mario Delfino docente di dermato-venereologia presso la Federico II in collaborazione con la Prof. Maria Triassi e con l’apporto della Prof. Gabriella Fabbrocini. Obiettivo: divulgare le “10 regole dell’amore”, ovvero le conoscenze basilari per prevenire le ITS attraverso un approccio corretto alla sessualità e sane abitudini relazionali.

« Sempre più giovani vivono la propria sessualità senza un approccio corretto alla gestione dell’affettività e senza pensare alle conseguenze – spiega il Prof. Delfino – che vanno dalle gravidanze indesiderate ad infezioni terribili come HIV ed epatite C. Complice anche la maggiore mobilità che contribuisce a diffondere le malattie, inoltre, nella fascia d’età 15/25, stiamo registrando un costante e sensibile aumento di malattie come la sifilide e la gonorrea che si ritenevano eradicate. Se è vero che le emozioni sono l’arcobaleno della vita – prosegue il Prof. Delfino – è altrettanto vero che la vita va difesa attraverso la conoscenza non solo del proprio corpo e di fondamentali segnali d’allarme, ma anche di imprescindibili strumenti di difesa, come ad esempio i vaccini contro il papilloma virus. Inoltre, appare necessario un forte impegno educativo che, senza demonizzazioni o terrorismo psicologico, stimoli la maturazione della sfera affettiva e relazionale, eccessivamente impoverita e promuova sane abitudini relazionali unitamente a corretti stili di vita, con particolare riguardo alla lotta alle dipendenze (alcol, fumo, droghe etc..)”.

Dunque è con questi obiettivi che parte il Camper della salute.

A bordo un team di specialisti in dermatologia,  venereologia e psicologia che svolgeranno attività di counseling, ascoltando e fornendo chiarimenti, spiegazioni e indicazioni. Sarà  inoltre distribuito un agile opuscolo, ad alto impatto comunicativo, realizzato specificamente per i giovani dalla dott.ssa Daniela Farina con il contributo delle psicologhe Raffaella Aruta, Anna De Rosa e Teresa Di Cicco.

La campagna partirà dal Comune di Nola, la cui amministrazione si è mostrata particolarmente attenta e sensibile alla problematica, mettendo a disposizione tutto il necessario supporto logistico, ed è  stata presentata in mattinata nell’aula consiliare del Palazzo di città dall’assessore alle pari opportunità Carmela De Stefano, dal capogruppo in consiglio comunale di Forza Italia Franco Nappi e per l’Università di Napoli, oltre al Prof. Mario Delfino dalle dott.sse Raffaella Aruta e Orsola Rescigno. Quindi domenica 21 febbraio, a partire dalla mattina, il camper sosterà a Piazza Duomo.

Tutti sanno dell’esistenza delle ITS ma pochi le conoscono davvero. Chi si avvicina alla sessualità – sottolinea l’assessore alle pari opportunità Carmela De Stefanodeve conoscere sé stesso e deve conoscere in che modo viverla al meglio ed in maniera corretta. Proteggere la propria salute è un gesto di rispetto verso la propria persona oltre che verso gli altri. C’è bisogno di iniziative come queste per sensibilizzare soprattutto i giovani ad adottare stili di stili di vita piú sani”.

Informare sulle insidie che si nascondono dietro comportamenti scorretti e condotte superficiali rappresenta un dovere per un’amministrazione comunale attenta al benessere fisico e psicologico della comunità e soprattutto dei giovani. Quella promossa dall’Università – sottolinea  l’assessore alle politiche sociali Michele Cutoloè una campagna importantissima non solo ai fini della prevenzione ma anche della divulgazione di strumenti cognitivi che possano aiutare tutti a vivere in maniera consapevole e responsabile la propria vita affettiva e sessuale”.

Sono certo – conclude il sindaco Geremia Biancardiche grazie all’attività di collaborazione intrapresa con l’Università riusciremo nell’obiettivo di contribuire ad arginare un’emergenza che non è solo sanitaria ma anche sociale e che per questo chiama ognuno, a cominciare dalle istituzioni, a fare la propria parte. Il camper della salute aiuterà a conoscere di più ed a rischiare di meno”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.