Un format televisivo che punta a riportare serenità nelle famiglie e tra gli appassionati di mare e spiaggia, dopo questi mesi di lockdown. Parliamo del programma «Il capitano e le stelle», che sarà condotto dall’intrattenitore e direttore artistico andriese Sabino Matera, con una co-conduttrice d’eccezione, la bella e brava «sirena» Marianna Fortuna.
Il programma, in otto puntate, farà tappa in alcune località marinare del centro-sud, tra le quali la città di Trani, dove secondo la tabella di marcia sarà registrata la prima puntata, alla fine di giugno. Altri scenari privilegiati dalla produzione saranno alcune tra le perle più lussureggianti del litorale di Puglia, Campania e Lazio.
La trasmissione andrà in onda a partire da agosto su Canale Italia 84 del digitale terrestre.
La particolarità è che sarà ambientata non in uno stabilimento balneare bensì su una barca, dove Sabino Matera, indossando i panni di un capitano di lungo corso, metterà a disposizione la sua consolidata esperienza di entertainer a tutto tondo per regalare allegria e relax al pubblico.
A bordo dell’imbarcazione si alterneranno personaggi di vario tipo che nei panni di opinionisti semiseri racconteranno storie nel ruolo di «viaggiatori del mare». Il programma «Il capitano e le stelle» è nato da un’idea di Ugo Autuori ed è promosso dalla cooperativa sociale Cuori Menti Mani onlus.
Dalla produzione fanno sapere che chiunque potrà candidarsi a partecipare scrivendo all’indirizzo di posta elettronica cuorimentimani@outlook.it. «Verranno scelti solo coloro che si distingueranno per determinazione e spirito allegro. I migliori diventeranno “naviganti” e salperanno su una barca dove lanceranno delle informazioni ad altri naviganti sul luogo di arrivo», rivelano dalla cabina di regia senza entrare troppo nei dettagli. Insomma l’effetto sorpresa in questi casi è un valore aggiunto non da poco.
La sigla è stata affidata al maestro Christian Deliso, accompagnato dalla voce del soprano Angela Gragnaniello.
Sabino Matera ha al suo attivo una carriera notevole nel mondo dello spettacolo. Deejay, art director, organizzatore e produttore di eventi televisivi, in teatro e in piazza, dall’inesauribile cilindro della sua fantasia ha tirato fuori appuntamenti apprezzati dal grande pubblico, come «La Casa di Babbo Natale», esperimento che anche lo scorso dicembre ha catalizzato ad Andria l’attenzione di migliaia di bambini con le loro famiglie, e la «Cena in bianco» nel 2015 in piazza Catuma, nel cuore della città federiciana. Autore cinematografico, nel 2015 ha diretto con successo «La Zùite», film commedia in dialetto locale (con sottotitoli) che racconta un matrimonio ambientato negli anni ’60. E nel 2011 si è distinto da protagonista in un ruolo drammatico ne «Il prete e il bambino», lungometraggio diretto da Miki D’Aquino su soggetto e sceneggiatura originali di Carlo Stragapede.

SABINO CAPITANO.jpg

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com