Quotidiano di informazione campano

Il “dopo articolo” del Premio “Number One dell’Arte e della Scienza”

0

Ristorante Pizzeria “La Coccinella” Ore 10.00, una rossa coccinella evidenzia la scritta di questo locale che accoglierà sotto le luci dei riflettori i tanti protagonisti, interpreti della loro Arte e Missione… Una fiumana di curiosi che conoscono la Poetessa Piccolo sono ansiosi di vedere lo spettacolo, in quanto ci sono nomi importanti della canzone come Antonello Rondi, Antoine, Imma D’inverno, Mariarosaria Cenni e Luca Blindo cantante Rap. La Poetessa Piccolo, si è fatta un po’ attendere, non per megalomania come di consuetudine è nei grandi personaggi… ma per cause inerenti alla linea telefonica che incessantemente non ha smesso di trillare! Ed ecco che è arrivata la piccola donna dal grande coraggio ed è subito un apoteosi di applausi. Ognuno vorrebbe andarle incontro, ma il tempo è poco e sono tantissimi i personaggi del mondo politico, quello dell’Arte e dello spettacolo da premiare!

Si è arrivati alla 27^ Edizione di questo ambito Premio e sono venuti a ritirarlo Artisti, oltre che dall’Italia, da ogni parte del mondo.

l l Giornalista Dott. Giuseppe Nappa, nonché Presentatore del Salotto e l’operatore tecnico Dott. Davide Guida, sono già pronti per condurre, chi in un modo e, chi in un altro, l’inizio del programma. Sotto la guida della Poetessa Rosaria Cerino, in ordine alfabetico i Premi! Trofei, targhe medaglie e diploma, la piramide delle artistiche mattonelle premio, donate dalla Pittrice Francesca Panico e le meravigliose tele delle Pittrici: Gladys Mabel Cantelmi, Giammarco Rossana e Nunzia Foria, sono tutti in bella mostra, si aspetta solo di dare voce alla creatrice di questo Internazionale Premio alla Carriera, nella Città in cui l’ha vista nascere e procreare, oltre i suoi figli, centinaia di altre creature che vivono stilate in libri, di cui i posteri ne parleranno per sempre: Tina Piccolo! E in quest’ondata d’arte, dove in mostra è la beltà… ecco la giovanissima e avvenente Modella Rossella Fonderico. In questa manifestazione sono presenti noti nomi della politica. Non per proselitismo per i loro partiti, ma in rispetto di una donna che conoscono da tanti anni e che l’hanno vista sempre attivarsi per l’Arte, innanzitutto per spianare un futuro ai giovani. Sono partecipi di questa importantissima manifestazione: Premi nobel, Letterati, Ambasciatrici di pace e Poeti pluripremiati. Per la lettura dei pregiati curriculum; due amiche: Tina Piccolo ed io, Dora Della Corte.

All’insaputa della Tina, in accordo con il Dott. Nappa e il Dott. Guida, abbiamo iniziato lo spettacolo con una prima e doverosa premiazione a colei che dona sempre senza chiedere… E chi se non lei: Tina Piccoloooo. E mentre in una sala ci sono tantissimi Artisti, nell’altra, artisti culinari preparano le pietanze, che abbiamo poi gustato. Ho visto tante persone di cui nomi non erano nella lista di prenotazione… ma pazienza, anche oggi, per la Tina, c’è qualcuno che ha approfittato della confusione per…

Ad un certo punto è stato voluto non farmi i fatti miei… ho ripercorso; pur non facendo a quel tempo ancora parte del mitico e famoso Salotto Piccolo, quel 1993 sino ad oggi e, fare i conti in tasca alla Poetessa, Ambasciatrice della Poesia nel mondo e in un monologo, porle la domanda:” Amica mia, ne è valsa la pena, visto la famelica ingordigia che t’ha rincorsa per tutto questo tempo?” 27 Edizioni… Cioè 27 anni in cui questa speciale donna si è privata di tutto pur di mandare avanti questa ragione di vita quale è la Poesia e l’Arte in genere. Privata di tutto in quanto (anche se qualche male lingua dice il contrario) non ha mai avuto da nessuno, Ente o privato, il sostegno aggiuntivo; il danaro, che l’aiutasse nelle immani spese a cui è sottoposta ogni qual volta ella decide di fare o essere ospite a qualche manifestazione.

Durante il suo cammino poche persone le sono state vicino, altre, la maggioranza, hanno abusato della bontà del suo animo e della semplicità con cui si pone nel confidarsi. Quest’ultimo è un punto a suo sfavore in quanto c’è poi un pigliare e riportare di parole che vorrebbero denigrare la donna che è Tina Piccolo.

Quanto scrivo non è ruffianismo, in quanto non ho mai preteso dalla Poetessa Piccolo alcunchè… ne la correzione alle mie liriche o che mettesse mano nelle mie scritture, quindi, quanto scrivo riguardo all’Artista Piccolo, è ciò che sento senza alcun subdolo fine, ciò che ho “preteso” da lei è soltanto la sua amicizia!

Questo premio fa parte della storia culturale della città di Pomigliano d’Arco, avendo Ella portato alla ribalta di questo territorio i più famosi personaggi di questo lungo periodo cosi complesso e tormentato e non solo come Premio Internazionale, ma anche con la pubblicazione di innumerevoli libri e di Onoreficenze assegnatale da tanti Stati e di eventi di prestigio della rinomata “Associazione Salotto Culturale Tina Piccolo”! Quasi alla fine di questa pagina mi sono resa conto che la mia domanda, se ne sia valsa la pena per lei, fare tutto quanto ha fatto e sicuramente farà ancora, la risposta mi è arrivata da sola… L’arte è per Tina la ragione di vita, che le da’ il coraggio di accettare le prove, prove che nonostante incidano la vita, ella accetta con dedizione!

 

Dora Della C PER RADIO PIAZZA EVENTI

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.