Quotidiano di informazione campano

IL NAPOLI RISORGE: VITTORIA ALL’ULTIMO RESPIRO, SASSUOLO BATTUTO 2-1

Gli azzurri ritrovano la vittoria dopo 64 giorni

Un primo tempo di marca neroverde. Una ripresa che ha visto il Napoli spadroneggiare e un 1-2 che gli azzurri di Gattuso hanno voluto e cercato fino alla fine e hanno trovato solo all’ultimo respiro con un autorete di Obiang. Dopo 64 giorni, la squadra partenopea torna alla vittoria in Serie A e lo fa al termine di una partita nettamente spaccata in due.

Nel primo tempo è il Sassuolo a fare la partita. Meglio organizzata la squadra di De Zerbi, che nei primi quattro minuti sfiora in ben due circostanze il gol del vantaggio con Locatelli e Duncan. La squadra neroverde, in campo con un 4-2-3-1, mostra maggiore lucidità e fisicità in mezzo al campo e mette sotto un Napoli che in 45 minuti non si fa mai vedere dalle parti di Pegolo. Male Insigne e Callejon, in difficoltà i terzini che sono costretti a badare solo alla fase difensiva e non riescono ad arginare un Sassuolo che sulle fasce raddoppia con continuità.
Il gol che sblocca la partita è arrivato al 29esimo, è frutto di un cross coi giri giusti di Locatelli e di un tap-in vincente di Hamed Traorè, al suo terzo gol in questa Serie A. Il centrocampista classe 2000 che per tutto il primo tempo non ha dato punti di riferimento s’è mosso coi tempi giusti alle spalle di Mario Rui e ha battuto Meret. Il gol dell’1-0 non ha cambiato il canovaccio della frazione. Fino al duplice fischio, la squadra di De Zerbi ha continuato a fare la partita e nel finale sempre con Traorè ha sfiorato il raddoppio.

Tutt’altra partita nel secondo tempo. Tutt’altra gara dopo il gol che al 57esimo ha riportato in equilibrio il match. Un lampo di Allan dopo un velo di Milik ha permesso al Napoli, a sorpresa, di rientrare in partita e di dare all’ultima mezz’ora un altro padrone. Dal gol del brasiliano in poi, la squadra di Gattuso ha letteralmente dominato al Mapei Stadium. Una conclusione di Callejon, una traversa colpita dallo spagnolo, almeno tre conclusioni di Mertens e un gol giustamente annullato per millimetrica posizione di fuorigioco: la squadra di De Zerbi nell’ultima mezz’ora non è più riuscita a ripartire, s’è arroccata nella sua trequarti e nel finale ha subito sugli sviluppi di un corner il gol dell’1-2. Sugli sviluppi di un corner, Obiang ha anticipato Elmas sulla spizzata di Di Lorenzo e ha depositato il pallone alle spalle di Pegolo.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.