Quotidiano di informazione campano

Il Napoli VINCE ANCORA BATTE IL GENOVA 2-0. Juric: «Mi preoccupano gli infortuni»

CALCIO NAPOLI RADIO PIAZZA SPORT

0

Genova – Niente da fare per il Genoa nell’anticipo del venerdì dovuto all’impegno di Champions League con il Real Madrid, che a Napoli provoca un’attesa spasmodica. Padroni di casa senza gli squalificati Hysaj e Callejon. L’ex Pavoletti resta in panchina e subentra a Mertens – decisivo in entrambi i gol – nel finale. Per i rossoblù prosegue il periodo nero, con 2 soli punti nelle ultime 8 partite, la striscia più lunga di gare senza successi da aprile 2013. Sono 9 invece le trasferte senza vittoria, gare in cui il Grifone ha raccolto solo due pareggi (con Chievo e Fiorentina) e subito 20 gol.

 Fotogallery: le azioni della partita 

La partita (vedi la cronaca in diretta) 
Juric costretto a rinunciare a Gentiletti vittima di un guaio muscolare dopo soli 18 minuti. Subentra Orban. E al 37’ si fa male anche Veloso, per lui una ricaduta. Il centrocampista esce visibilmente contrariato. Al suo posto Cataldi.

Genoa disposto comunque con il consueto modulo, per nulla rinunciatario e con una buona partenza nel primo tempo, anche se solo una volta con un tiro di Simeone i rossoblù hanno impensierito la difesa dei padroni di casa, dove si è sentito il rientro della coppia centrale titolare Albiol-Koulibaly. Poi gli infortuni e un Napoli sempre più intraprendente fanno saltare gli argini e il Napoli riesce a passare al 4’ del secondo tempo con Zielinski. Al 22’ il raddoppio di Giaccherini.

Proprio Giaccherini a fine gara esulta per la sua rete al ritorna tra i titolari: «Lavoro tutto l’anno per farmi trovare pronto. Oggi abbiamo faticato un po’ nel primo tempo, il Genoa è una squadra difficile da affrontare perché gioca a tutto campo uno contro uno. Sapevamo che sarebbe stata dura ma poi siamo emersi chiaramente».

Juric: mi preoccupano gli infortuni 
Ivan Juric arriva in area stampa contrariato ma piuttosto sereno in volto: «Primo tempo ottimo, specie la prima mezz’ora: abbiamo giocato bene la palla, tenuto il possesso, in alcune azioni potevamo sfruttare meglio le occasioni. Ma dopo gli infortuni abbiamo perso le distanze e ci siamo limitati a difenderci. I numeri impietosi? La mia sensazione è che dopo un gennaio pessimo, nelle ultime due settimane sono arrivati segnali positivi, anche oggi. Dispiace per gli infortuni, per noi sono giocatori fondamentali, mi preoccupano in questo momento alla vigilia di tre partite fondamentali. Dopo la cessione di Rincon, si è fatto male Veloso e poi Perin, e Pavoletti è andato via. Sono arrivati tanti giocatori e ci vuole tempo per inserirli, ma tutti sono molto validi. Purtroppo sia Miguel che Gentiletti hanno avuto infortuni che temo richiederanno tempilunghi di recupero. Taarabt? E’ arrivato in condizioni veramente brutte, se non ha fatto una grande carriera ci sono cose che deve migliorare, spero che lo faccia prima possibile».

Il tabellino 
Napoli batte Genoa 2-0 (pt: 0-0). 
Napoli (4-3-3): 
Reina, Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Zielinski, Diawara, Hamsik (30’ st Allan sv), Giaccherini (28’ st Rog), Mertens (32’ st Pavoletti), Insigne. (1 Rafael, 22 Sepe, 21 Chiriches, 19 Maksimovic, 3 Strinic, 8 Jorginho, 98 Milanese, 32 Pavoletti, 99 Milik). All.: Sarri.

Genoa (3-5-2): Lamanna, Munoz, Burdisso, Gentiletti (19’ st Orban), Laxalt, Hiljemark, Veloso (38’ pt Cataldi), Lazovic, Rigoni, Palladino (13’ st Taarabt), Simeone. (38 Zima, 83 Rubinho, 2 Edenilson, 4 Cofie, 16 Beghetto, 27 Pandev, 32 Morosini, 51 Pinilla, 99 Ninkovic) All.: Juric.

Arbitro: Giacomelli di Trieste. 
Reti: 
nel st 4’ Zielinski, 22’ Giaccherini. Angoli: 13-4 per il Napoli. Recupero: 2’ e 2’.Ammoniti: Orban, Burdisso e Rog per gioco scorretto. Spettatori: 40 mila. 

I GOL– 4’ st: azione sulla sinistra di Mertens che con una serie di finte entra in area di rigore e tenta di piazzare il pallone al centro. Hiljemark respinge e Zielinski che sopraggiunge di corsa insacca con un tiro alla destra di Lamanna. – 22’ st: Mertens batte sullo scatto Burdisso, entra in area da sinistra e serve l’accorrente Giaccherini che deve solo spingere il pallone in fondo alla rete. sprt radio piazza calcio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.