Quotidiano di informazione campano

Il Nola frena a Messina: 2-0 per la FC

Sblocca Fissore, Carbonaro dal dischetto. Con 7 indisponibili, bianconeri meno brillanti del solito: si ferma la striscia positiva. Mennitto: "Nessun alibi, guardiamo avanti"

MESSINA Dopo 4 partite e 10 punti il Nola ferma la sua corsa contro la FC Messina, che consolida il terzo posto nel girone. Alle spalle dei bianconeri ne approfitta solo il Marsala, ma la zona playout resta a -6. Tra le poche note liete della trasferta al Franco Scoglio, l’esordio dell’under nolano Gennaro Coppola, classe 2003.

AZIONI SALIENTI Al 20′ la prima vera occasione del match è per il Messina: scucchiaiata di Coria per Carbonaro che in area di rigore incrocia con il mancino, la palla accarezza il palo. Al 22′ Bevis affonda sulla destra, cross teso e Carbonaro sotto misura alza sopra la traversa contrastato da Mileto. Al 25′ la risposta del Nola con Faella: solita fuga sulla destra, converge al centro e libera il mancino: Marone blocca in presa bassa. Al 27′ Carbonaro al volo dai 20 metri, Capasso vola e devia in angolo la conclusione destinata in rete. Ma dall’angolo seguente arriva la rete del vantaggio di casa: corner teso che attraversa il blocco difensivo sul primo palo e Fissore, a porta spalancata sul secondo palo, appoggia in rete l’1-0 del Messina. Nel finale di tempo Carbonaro, con il tacco, libera Bevis alla conclusione dal limite, Capasso blocca. Su questa azione termina il primo tempo. Nella ripresa il Nola prende le misure e tiene meglio il campo. Ma al 69′ l’episodio che cambia definitivamente l’incontro: l’arbitro Caputi assegna un rigore per presunto contatto tra Mileto e Correnti. Carbonaro si presenta sul dischetto, Capasso intuisce e devia con le gambe, la palla resta lì e Carbonaro ribadisce in rete: raddoppio del Messina. Nel finale, il neoentrato Melillo cerca la gioia persoanale, ma per due volte Capasso gli nega il gol. Al 76′ esordio del giovane nolano Gennaro Coppola, classe 2003, autore anche d’un tiro dalla distanza. E’ l’ultima occasione della partita: finisce 2 -0 per la FC.

POSTPARTITA Il direttore sportivo Francesco Mennitto al termine della gara: “I risultati e le prestazioni delle ultime gare ci devono dare quel pizzico di personalità in più per affrontare al meglio gare come queste, anche se la FC gioca un campionato diverso dal nostro. I diversi indisponibili non devono essere un alibi. Ora serve azzerare tutto e ricominciare a lavorare a testa bassa in vista di una gara fondamentale per il nostro cammino verso la salvezza, domenica prossima in casa con il Corigliano.

FC MESSINA (4-4-1-1): Marone; Casella, Fissore, Quitadamo, Brunetti (93′ Santapaola); Bevis (83′ Aprile), Giuffrida, A. Marchetti, Correnti(82′ Falco); Coria (59′ Melillo); Carbonaro (74′ Dambros). A disp.: Aiello, Gnicewicz, Miele, Geran. All. Gabriele.

NOLA (3-4-3) Capasso; Reale (66′ Andrulli), Guarro, A. Sannia (66′ Gargiulo); Mileto, Calise, Faella (76′ Coppola), Cavaliere, Maggio, Cardone, Giliberti (66′ S. Sannia). A disp.: Anatrella, Dattilo, Sagliano, Marigliano, Cuomo. All. Baldassarre (squalificato Esposito)

ARBITRO: Caputi di Livorno (ass: Mirarco di Treviso, Cataneo di Foggia).

RETI: 28′ Fissore, 69′ rig. Carbonaro

NOTE: ammoniti Reale (NO) e Marchetti (FCM)

Area Comunicazione

S.S. Nola 1925

78039637_1360312400795430_1483746789419909120_o.jpg~607 KBVisualizza Download

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.