Quotidiano di informazione campano

Il pm Marcello Maresca ha richiesto il fermo per timore che gli indagati potessero fuggire

Cronaca salernitana

0

GENOVA – Potrebbe essere vicino alla soluzione il mistero della scomparsa di Yurii Kharytonov, 54 anni, il comandante ucraino del cargo Msc Giannina di cui non si hanno più notizie dalla notte del 19 ottobre quando è stato visto per l’ultima volta durante la navigazione della nave in mare aperto di fronte alla coste di Salerno, in direzione di Genova.

I poliziotti della squadra mobile e della Polmare sono saliti a bordo della nave e hanno arrestato, su richiesta del magistrato, i due ufficiali di macchina ucraini Dmytro Savinykh, 44 anni, e Oleksandr Maltsev di 43 anni, indagati per omicidio e occultamento di cadavere. Il pm Marcello Maresca ha richiesto il fermo per timore che gli indagati potessero fuggire. Si tratta di un fermo indiziario: gli inquirenti ritengono di possedere sufficienti indizi per provare che i due ufficiali hanno ucciso e gettato in mare il comandante.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.