Quotidiano di informazione campano

Imperia, bambino di nove mesi scomparso Fermata la madre per omicidio aggravato

0

Un bambino di 9 mesi, figlio di una donna russa, è scomparso da un albergo a Bordighera, nell’Imperiese. A denunciare l’accaduto l’accompagnatore della madre. Natalia Sotnikova, interrogata in Procura, ha detto di aver abbandonato il piccino su una scogliera ed è stata fermata con l’accusa di omicidio volontario aggravato da crudeltà. I carabinieri subacquei hanno condotto le ricerche tra gli scogli e sul fondo ma del bimbo nessuna traccia.

Gli inquirenti hanno allertato anche le autorità francesi, visto che il tratto di costa dove è stato lasciato il bimbo è vicino al confine e le correnti marine, in quel punto, sono molto forti. Con il calare del sole le ricerche in mare a Bussana sono state sospese.

C’è il sospetto che la madre l’abbia gettato in acqua – I due turisti, Natalia Sotnikova e l’accompagnatore, alloggiavano in stanze separate, e la madre, secondo le registrazioni dell’impianto di videosorveglianza dell’hotel, a notte fonda ha portato il figlio in braccio fuori dall’albergo; quando è rientrata, intorno alle 4, era però sola. Dopo la denuncia di scomparsa sono scattate le ricerche in valle Armea e a Bussana, vicino a Sanremo, dove i turisti erano stati mercoledì sera, anche con l’elicottero; in mare, invece, è entrata in azione la Guardia Costiera.

Il biglietto in cui la donna annunciava il suicidio – Il parcheggio dell’hotel è stato recintato come scena del crimine, mentre si cercano tracce nell’auto usata dalla donna, noleggiata in Germania. E’ inoltre emerso che prima di uscire con il bimbo, la madre avrebbe lasciato in stanza un biglietto nel quale annunciava l’intenzione di farla finita; ai carabinieri avrebbe addirittura rivelato di avere gettato il figlio in mare.CRONACA DA RADIO PIAZZA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.