Quotidiano di informazione campano

IN COMA A 18 ANNI DOPO AVER ASSUNTO UNA

0

CASERTA – Le aveva venduto a Sorrento le pasticche che l’avevano mandata in coma mentre era in una discoteca di Villa Literno, sul litotrale domizio. Arrestato il pusher che aveva venduto la droga. I carabinieri di Villa Literno hanno dato seguito al’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un 36enne di Castellammare di Stabia, Antonio Elefante, nell’ambito di un’indagine coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Torre Annunziata.
Nei confronti dell’arrestato venivano raccolti gravi indizi di colpevolezza in ordine alla cessione di pasticche, del tipo Speed ed MD, venduta a due ragazze di Sorrento, una 18enne e una minore.
L’indagine è stata avviata dai Carabinieri a seguito dello stato di coma da overdose in cui versava la ragazza 18enne; quest’ultima, dopo aver assunto le pasticche di droga sintetica acquistate a Castellammare di Stabia dall’indagato, si era recata la sera del 15 febbraio scorso in una discoteca di Villa Literno, accusando forti malori e perdendo coscienza.
La ragazza 18enne, dopo alcuni giorni di coma con prognosi riservata presso l’ospedale di Piedimonte Matese e diverse terapie presso un centro riabilitativo, è tornata alla normalità in buone condizioni di salute.
L’arrestato è stato portato nel carcere di Poggioreale a Napoli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.