Quotidiano di informazione campano

Inter-Napoli, pareggio in extremis

A San Siro finisce 2-2 con doppietta di Callejon per il Napoli, Guarin ed Hernanes per l’Inter

0

Meglio l’Inter (nel primo tempo) del Napoli, ma alla fine il Napoli ha mancato la vittoria per quattro minuti: al 45’ della ripresa, Callejon ha firmato il gol del 2-1, bissando quello di undici minuti prima. In mezzo c’era stata la prodezza di Guarin (37’ s.t.), che aveva pareggiato un minuto dopo essere entrato in campo per Medel. L’Inter ha concesso il bis in fatto di errori: sul primo gol, era stato Vidic a consegnare il pallone di testa a Callejon; sul secondo, lo stesso Vidic ha tenuto in gioco tutti, invece di fare un passo avanti e Ranocchia si è dimenticato di marcare Callejon. Era il 45’, l’Inter, che ha visto avvicinarsi la terza sconfitta consecutiva, si è buttata in avanti con disperazione; Dodò ha costruito il cross dalla sinistra e qui Hernanes ha compiuto un mezzo capolavoro, saltando di testa e rimanendo in aria, per mettere fuori causa mezza difesa del Napoli.

Così è arrivato un pareggio (anche nei pali, Hernanes e Insigne, sullo 0-0), che non serve a nessuna delle due squadre per guadagnare terreno, ma che è utile a muovere la classifica. E’ stata una partita non bella, piena di errori, fra una squadra, l’Inter, che ha cercato di coprire con la volontà e l’impegno i difetti strutturali (56,9% di possesso palla, ma difficoltà a costruire azioni da gol, prima dell’arrembaggio finale) e un’altra, il Napoli, che sa di avere i campioni in attacco e tende a non giocare. Il presidente Thohir, che ha visto la partita accanto a Moratti, ha spiegato, dopo aver visto le streghe: “Grazie ai tifosi per l’aiuto; è stato importante creare la giusta atmosfera e questo è accaduto per merito loro. Hanno dato alla squadra lo slancio per la reazione necessaria. Sono orgoglioso dello spirito combattivo dimostrato dalla squadra e dall’allenatore. Siamo tornati. E lo stesso spirito sono sicuro che lo rivedremo in campo in Europa League alla prossima partita con il St. Etienne”.

Ma come ha spiegato Bergomi, nel suo commento per Sky, l’Inter deve crescere, perché sta spendendo troppe energie per pensare di poter continuare su questa strada. Mazzarri sfatto dalla fatica e dalla tensione (è stato anche espulso) è il segnale di una squadra che ha vissuto una vigilia difficilissima e che sta vivendo sopra le righe, anche se Hernanes ha detto: “La nostra stagione comincia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.