Quotidiano di informazione campano

ISCHIA, INAUGURATO IL “DONO DÌ MARIANNA”, UNA STRUTTURA DI ACCOGLIENZA PER BAMBINI AUTISTICI DONATA DALLA FAMIGLIA DELLA RAGAZZA SCOMPARSA IN TRAGICO INCIDENTE STRADALE

Intanto il Dottor Vincenzo Buono, giovane pediatra isolano, ha annunciato l'avvio di un'indagine sulla percentuale di casi di autismo registratisi negli ultimi anni sull'isola d'Ischia che è molto superiore rispetto alla media mondiale.

https://www.youtube.com/watch?v=X5cHeOHa4Oc

Sull’isola Verde non poteva essere celebrata in modo migliore la “Giornata della consapevolezza sull’autismo”. Infatti in via Leonardo Mazzella, a Ischia, è stata inaugurata una struttura per l’accoglienza di bambini e ragazzi autistici frutto della straordinaria umanità e generosità della mamma, del papà e del fratellino della piccola Marianna Di Meglio, vittima qualche anno fa di un tragico incidente stradale, che hanno messo a disposizione dei giovani affetti dal disturbo dello spettro autistico, un intero appartamento nel quale saranno tantissime le attività che quotidianamente si svolgeranno, come la musicoterapia e l’arte terapia. In un paese come l’Italia, dove a parte quelle scolastiche, le istituzioni sono letteralmente latitanti a tal riguardo, l’inaugurazione di questa struttura, che ovunque dovrebbe garantire lo Stato, assume un significato straordinario proprio per il fatto che sia stata realizzata grazie  all’impegno di tutti i componenti dell’Associazione Genitori Autismo. Alla cerimonia, conclusasi col brindisi di rito, oltre a medici, terapisti e insegnanti che da sempre affiancano l’Associazione, erano presenti anche il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino e il Vescovo Pietro Lagnese. Una bellissima sorpresa l’ha riservata la “Scotti” di Ischia diretta da Lucia Monti, la scuola media che Marianna frequentava all’epoca del tragico incidente, e che ha partecipato all’inaugurazione con un’intera scolaresca. Felicissima ed emozionata per l’inaugurazione della struttura, Annarita Ferrara, la mamma della piccola Marianna. “Abbiamo legato il nome di Marianna – ha dichiarati la mamma Annarita – a questa struttura che nasce con l’intento di aiutare i bambini autistici. Ogni opportunità che regaleremo a questi bambini, sarà legato al nome di mia figlia. Siamo Orgogliosi di quello che abbiamo fatto e contiamo di fare ancora tanto. Voglio fare un appello ai giovani educatori e psicologi che vogliano unirsi a noi e intraprendere un percorso di formazione per diventare terapisti e permettere la realizzazione di progetti. Perché per mettere in atto questi progetti, servono persone preparate e formate. Questo percorso è anche molto umano, perché stare a contatto con i bambini autistici mette in discussione un po’ tutto, stravolge la vita e si impara d apprezzare le piccole cose della vita”. Pasquale Schiano, Presidente dell’Associazione Genitori Autismo Isola d’Ischia, ha dichiarato che è giunto il momento che anche le istituzioni facciano la loro parte nel sostegno alle attività per i ragazzi autistici. “Noi, così come abbiamo dimostrato – ha spiegato Pasquale Schiano -, facciamo sul serio. Quest’anno per quanto riguarda la nostra attività possiamo trarre un bilancio molto positivo. E questo è stato possibile solo grazie alla solidarietà dei cittadini e il nostro amore per i nostri figli. Ma adesso dobbiamo passare a quella che chiamiamo la fase due. Ora vogliamo delle risposte serie, concrete e immediate da parte delle amministrazioni comunali e dai nostri interlocutori istituzionali”. Il Dottor Vincenzo Buono, giovane pediatra isolano, ha annunciato anche l’avvio di un’indagine sulla percentuale di casi di autismo registratisi negli ultimi anni sull’isola d’Ischia. “Per quanto riguarda gli studi sui bambini che presentano il disturbo dello spettro autistico – ha dichiarato il Dott. Vincenzo Buono – siamo in procinto di avviare uno studio sulla popolazione pediatrica isolana così come abbiamo già fatto tempo addietro sui casi di epilessie pediatriche presenti sull’Isola. Si tratta di uno studio che parte dall’ospedale Gaslini di Genova, in particolar modo dal dipartimento neuroscienze e di genetica e scienza materno infantile dov’è presente il Prof. Pasquale Striano in collaborazione, ovviamente, col genetista, il Prof. Federico Zara. A questo progetto, probabilmente, parteciperanno anche il Santobono, il Policlinico con la Dott.ssa Bravaccio e il Dott. Bernardo e l’istituto Righi di Milano col Prof. Beghi per quanto concerne la parte epidemiologica. A riguardo della parte epidemiologica, negli ultimi cinque a Ischia anni sono stati rilevati circa duecento casi di bambini col disturbo dello spettro autistico. Ovviamente come definizione è abbastanza vasta e quindi andrà approfondito l’endofenotipo ma, dati alla mano, a Ischia è presente un tasso di prevalenza che  molto superiore rispetto alla media mondiale. Parliamo di una media mondiale che va dal due al sette per mille, mentre per quanto riguarda l’isola d’Ischia i numeri sono molto più alti e cioè centottanta, duecento per mille. Quindi la nostra finalità è quella di andare a valutare da un punto di vista genetico la base che determina questo disturbo e verrà effettuata un’indagine che è l’esoma che a differenza di altre indagini genetiche, permette di andare a fare una valutazione più approfondita”. All’inaugurazione del “Dono di Marianna”, era presente anche Assunta Barbieri, Preside dell’Istituto Comprensivo “Mennella” di Lacco Ameno da sempre vicina con la sua scuola, e in maniera concreta, all’Associazione Genitori Autismo. “Con l”Associazione Genitori Autismo’ – ha detto Assunta Barbieri – abbiamo subito instaurato un ottimo e continuativo rapporto.  Già l’anno scorso ci sono state tantissime attività e quest’anno continuiamo. Abbiamo da poco iniziato il progetto “Time out” che vede protagonisti in palestra bambini autistici che con l’ausilio di operatori specializzati, giocano e si allenano assieme ai bambini normodotati realizzando, così, una bellissima e perfetta inclusione. Tra poco partiremo con un progetto di comunicazione con i tablet che prevede l’utilizzo di particolari software. Poi ci sono l’arte terapia, la musico terapia e corsi di formazione per i docenti. Insomma, abbiamo in cantiere tantissime idee perché noi crediamo in una scuola che sia concretamente inclusiva”. Personalmente mi sento di stingere in un forte abbraccio virtuale tutti i componenti della straordinaria e grande famiglia dell'”Associazione Genitori Autismo Isola d’Ischia” presieduta dall’amico Pasquale Schiano, che con la loro umanità e l’incessante impegno sociale che portano avanti tra inenarrabili difficoltà, sostituendosi alle istituzioni latitanti dello Stato, riescono a rendere felice la vita di tanti nostri ragazzi speciali annoverando così, in questo settore, la nostra piccola Isola quale esempio più unico che raro a livello nazionale tante sono le iniziative che mettono in campo. Grazie a voi per il bellissimo esempio che rappresentate per tutti noi e nel nostro piccolo vi affiancheremo sempre. Potete contarci!

Gennaro Savio

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.