Quotidiano di informazione campano

Italicum, Berlusconi dice no “pessimo il premio alla lista”

POLITICA ITALIANA OGGI ,RADIO PIAZZA NEWS

0

Qualcosa si muove: Silvio Berlusconi esce da un periodo di quiescenza e pare intenzionato a riprendere l’iniziativa come non gli accadeva da tempo. Merito forse della recente intervista di Matteo Renzi in un canale Mediaset, merito del fatto che a Roma voci corrono e si rincorrono su un’eventuale ricorso, sempre smentito ufficialmente, alle elezioni anticipate.
Luogo del ritorno Palazzo Giustiniani, dependance del Senato della Repubblica, dove il leader ha riunito la delegazione di Forza Italia. Primo punto del ragionamento: ci sono ancora e alle prossime elezioni vinceremo. Spiega poi Paolo Romani: “Berlusconi ci ha detto che e’ tornato in campo”. Secondo punto: niente elezioni anticipate, tutto alla fine dei mille giorni renziani. (Ancora Paolo Romani: “Berlusconi ha detto che e’ in campo e che ritiene non si andra’ a votare fino al 2018”). Terzo: il superbonus, che Renzi intende attribuire con la nuova legge elettorale alla lista che vince, non va bene.
(Conclude Paolo Romani: “Siamo assolutamente contrari alla proposta di Renzi di attribuire il premio di maggioranza alla lista”). Cos’e’, la fine delle larghe intese renzian-berlusconiane sancite dal Patto del Nazareno? Giovanni Toti da poche ore ha scandito, del resto, che quel Patto “erano dei fogli di carta su cui hanno preso degli appunti, e il pezzo di carta e’ stato buttato via”. Poi aggiunge, a evitare equivoci, che esiste semmai “un patto per fare le riforme, il Senato, la fine del bicameralismo e la legge elettorale. Basta”. Non a caso viene esclusa categoricamente ogni possibilita’ di un nuovo incontro al vertice. Insomma, non si manda all’aria tutto, ma non si creda che le acque siano tranquille.
Altrimenti che senso avrebbe, da parte di Berlusconi, insistere su un refrain che non usava piu’ da qualche tempo, come quello del governo di sinistra che e’ il governo delle tasse? Lo stesso vale per la promessa del rilancio in grande stile di Forza Italia, partito redivivo dato per agonizzante prima dell’estate.
In serata il gruppo di FI al Senato precisa e puntualizza: “Sulla legge elettorale il presidente di Forza Italia ha ribadito che l’accordo e’ quello del Nazareno e che ogni eventuale modifica deve essere discussa fra le parti”. Alcune frasi riportate, con un Berlusconi che parlava di idea pessima riguardo il premio di maggioranza, sono inesistenti.
Di inoppugnabile, semmai, c’e’ un’altra cosa. Sempre Paolo Romani: “Berlusconi ci ha detto che intende concludere la sua esperienza politica con una vittoria e non certo con una sconfitta”. E’ tornato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.