Quotidiano di informazione campano

Juve, sempre Dybala: Milan sconfitto e superato

Calcio Italia radio piazza news

0

Nell’anticipo del sabato sera della 13.a giornata di serie A la squadra di Allegri vince 1-0 grazie a un gol dell’argentino e sorpassa in classifica i rossoneri. Il Milan gioca benino per 60′ ma poi crolla nel secondo tempo. Buffon salva il ris La sensazione che il Milan potesse fare il salto di qualità la si era avuta per buoni tratti della partita. Invece, la squadra di Mihajlovic continua a deludere sul più bello, proprio quando arriva il momento di affondare il colpo si sfalda, mostra il fianco a pericolose imbucate e subisce. E’ ciò che è accaduto allo Juventus Stadium dove una Juve non particolarmente incisiva sttoporta ha comunque trovato il gol che le ha regalato la vittoria e il sorpasso in classifica. E sempre con Paulo Dybala che continua ad essere l’uomo in più per la squadra di Allegri con i suoi sei gol in dodici partite.

Mihajlovic si era presentato a questa partita con il tridente dell’ultima volta composto da Bacca (che non si è mai visto) da Niang e Cerci che hanno fatto il loro ma non hanno potuto più di tanto. Kucka è stato il migliore (e stranamente sostituito) del centrocampo rossonero e in difesa, la buona prestazione di Romagnoli, non ha trovato continuità in quella di Alex sbadato e, dunque disastroso, in occasione del vantaggio bianconero.

Di contro Allegri ha dovuto fare a meno della defezione di Khedira (al suo posto Sturaro) e ha avuto la lungimiranza, in corso di partita, di cambiare sostituendo Hernanes e avanzando Alex Sandro (entrato per Evra infortunato). Subito il gol, Mihajlovic ha provato a correre ai ripari inserendo Luiz Adriano e proponendo un 4-2-4 che ha non ha sortito grossi effetti. Il Milan è stato troppo prevedibile per mettere in crisi una difesa, come quella bianconera, che prende pericolose sbandate.

Serviva una vittoria ad entrambe per rilanciare le ambizioni di campionato. La verità è che la Juve porta a casa i tre punti ma difficilmente sembra in grado di competere con le altre per la vittoria del campionato. Per il Milan un altro “basso” in un cammino troppo altalenante. La squadra di Mihajlovic non riesce a trovare continuità di prestazioni piuttosto che di risultati e, soprattutto, manca nei momenti decisivi della gara. La sosta non ha portato benefici, il resto della stagione resta comunque complicato.ultato nel finale

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.