Quotidiano di informazione campano

L’imbarazzo della scelta del 5 per mille

0

Siamo in pieno clima di dichiarazione dei redditi. Ogni anno i soliti problemi, le stesse lamentele, poco o nulla anche in questo ambito riesce a cambiare. Abbiamo assistito a più riprese e da ogni parte  politica,  ad annunci di rivoluzioni fiscali, di anno zero dei tributi. Solo parole.  Lunica certezza è il crescente aggravio delle incombenze per il cittadino. Per non parlare poi dellimposizione fiscale, che purtroppo non cala mai, ma anzi. Infatti se da una parte si fanno proclami che ti verrà dato,  dallaltra parte senza troppa pubblicità,  ti verrà preso ( qualcosina di più di quello dato ). E così andiamo avanti, anche perché indietro pare non si possa tornare.

Una delle poche cose che possiamo rilevare con vero piacere, compilando la dichiarazione dei redditi,  è limbarazzo della scelta per destinare il 5 per mille. Infatti, con il modello unico delle persone fisiche,  cè la possibilità di destinare, senza oneri aggiuntivi, oltre allotto per mille, anche un 5 per mille a unassociazione Onlus e no profit, di solidarietà sociale o di promozione umana.

Con tanti mali che affliggono sia il nostro paese che il mondo, troviamo per fortuna,  anche in Italia, mille forme di volontariato. Milioni di volontari e operatori specializzati che hanno la capacità di inventarsi sempre nuove forme di assistenza e di adattare alle nuove emergenze,  quelle vecchie .

Anche se le organizzazioni di volontariato a livello locale sono per lo più composte da piccoli gruppi di persone, non solo perché non sempre è facile garantire nel tempo un  necessario e fisiologico turn over, ma anche a causa della nascita di sempre nuove organizzazioni, che sono basate sullattività di pochissimi soggetti , limpegno è tanto e la speranza di avere ancora unItalia viva e solidale, esiste.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.