Quotidiano di informazione campano

La deportazione dei cinesi nei campi di concentramento italiani durante il fascismo. Se ne parla in diretta Facebook il 25 aprile 2021 alle ore 15

La deportazione dei cinesi nei campi di concentramento italiani durante il fascismo. Se ne parla in diretta Facebook il 25 aprile 2021 alle ore 15 ANITA CURCI

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Non a caso è stata scelta la data del 25 aprile, ricorrenza dell’anniversario della Liberazione d’Italia nel 1945 dall’occupazione nazista e dal regime fascista, per l’evento organizzato e condotto da Marco Wong (Imprenditore e consigliere comunale di Prato) in diretta Facebook con l’intento di discutere della deportazione dei cinesi nei campi di concentramento italiani durante il periodo fascista.

Chiamati ad intervenire, Daniele Brigadoi Cologna (Università dell’Insubria), Teresa Lin (Consigliere comunale di Prato), Luna Cecilia Kwok (editrice Phoenix Publishing), Simone Mangani (Assessore Comune di Prato), Ilaria Santi (Assessore Comune di Prato).

25 aprile 2021 ore 15 in diretta Facebook su https://www.facebook.com/marcowongitaly

Dei cinesi in Italia già si era discusso in relazione ad un importante volume edito da Phoenix Publishing, “I cinesi in Italia durante il Fascismo – I campi di concentramento”, del prof. Philip Kwok. E nell’ambito dell’evento organizzato da Marco Wong, sarà proprio la figlia dell’autore, Luna Cecilia Kwok, a parlarne.

“I cinesi in Italia durante il fascismo”, di Philip W.L. Kwok, è un volume che tratta una storia poco conosciuta seppur molto vicina a noi, quella dei campi di concentramento istituiti nel nostro Paese a scapito dei primi immigrati orientali.

Nel 1984 il volume venne pubblicato da Tommaso Marotta Editore e si rivelò illuminante per la speculazione storica, sinologica e sociale. Oggi, 34 anni dopo, è nuovamente disponibile.

Edito da Phoenix Publishing, ramo editoriale della Phoenix Film Production, il saggio si apre con un’interessante prefazione del Dott. Daniele Brigadoi Cologna (Università dell’Insubria) il quale narra gli sviluppi che si sono avuti in campo storico grazie  all’indagine del Prof. Kwok. Documenti, emozioni, memorie e poesia, si avvicendano in questa originale e approfondita ricerca che rimane attuale e utile in ambito culturale.

“Delle vicissitudini dei cinesi d’Italia sotto il Fascismo si sarebbe verosimilmente perduta ogni traccia se lo studioso cinese Philip W. L. Kwok non avesse scelto di farne l’oggetto di un suo personale ed originale progetto di ricerca, i cui esiti sono riassunti in questo volume”, spiega Daniele Brigadoi Cologna. Kwok si imbarcò nell’impresa in seguito all’incontro con uno degli ex internati cinesi, “Mario” Cheng Chi Chang, facendo buon uso degli indizi fornitigli e scegliendo di operare un’indagine sul campo nei luoghi più importanti dell’internamento di massa dei cinesi residenti in Italia allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale: Tossicia e Isola del Gran Sasso in Abruzzo, Ferramonti di Tarsia in Calabria. L’elenco nominativo degli internati cinesi trasferiti da Tossicia a Isola del Gran Sasso il 16 maggio 1942 che egli scoprì nell’archivio storico del Comune di Tossicia, trascritto integralmente nel suo libro, sarebbe rimasto a lungo l’unica fonte nota dell’identità delle persone cinesi internate nei campi di concentramento fascisti. Il mio personale lavoro di ricerca sulle origini dell’immigrazione cinese dalla regione cinese del Zhejiang all’Italia è nato proprio da questo elenco, ripercorrendo lo stesso cammino che condusse Philip Kwok a raccontare per la prima volta la realtà degli internati cinesi di Tossicia, Isola del Gran Sasso e Ferramonti.

A trent’anni di distanza, grazie alla possibilità di intrattenere con la Repubblica Popolare Cinese rapporti più stretti e cordiali di quanto non fosse possibile allora, e dopo anni di estese ricerche d’archivio in Italia e in Cina, mi è stato possibile completare il lavoro pionieristico dell’autore di questo libro, giungendo a identificare più precisamente la maggior parte degli internati, individuandone i villaggi di partenza e a ricostruirne meticolosamente i percorsi attraverso il complesso di strutture di confino e di detenzione del regime fascista”.

L’AUTORE: Philip W. L. Kwok (Yunnan, Cina, 14 aprile 1944 – Napoli, Italia, 10 marzo 2011), è stato uno storico, ricercatore, professore ed erudito cinese. Giunto a Napoli agli inizi degli anni ’70 per un dottorato in Storia e Filosofia, si stabilisce nel capoluogo campano e diviene cittadino italiano. Storico molto scrupoloso, si è occupato con obiettività dei vari periodi della Storia cinese, in particolar modo, dei rapporti tra la Cina e i paesi stranieri. Ha pubblicato numerose opere, tra cui: “I pensieri comparati di tre pensatori cinesi antichi”; “Religione e cultura in Cina”; “Napoli e la Cina”; “Filosofia e religione cinesi”; “Cristo e Confucio”; “L’arte di star bene”.

evento 25 aprile cinesi in Italia.jpegevento 25 aprile cinesi in Italia.jpeg~246 KBVisualizza Download

copertinaok copia copia.jpgcopertinaok copia copia.jpg~1,2 MBVisualizza Download

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.