Quotidiano di informazione campano

LA FESTA DEI GIGLI 2015 A NOLA

Pasquale Iannucci PER LA GAZZETTA CAMPANA NEWS

0

In onore del Vescovo Paolino, la città di Nola, ogni anno nel mese di Giugno celebra, con intensa e profonda fede, la grande Festa dei Gigli, che si manifesta con vari eventi culturali, storici, musicali, Gastronomici e artistici, ma soprattutto con riti religiosi come:   la Processione del Busto Argenteo del Santo e la ballata degli otto gigli e la Barca, che simboleggia il ritorno in patria del Santo dopo la prigionia. A Paolino, la tradizione attribuisce la liberazione dei Nolani deportati dai barbari. La leggenda vuole che al ritorno della prigionia, il popolo di Nola, accogliesse il Santo con i fiori  e i gonfaloni delle corporazioni dei mestieri. In memoria di quell’ avvenimento, i Nolani nei secoli hanno tributato al Vescovo Paolino la loro devozione, portando in processione ceri e fiori, prima su cataletti, poi su apposite costruzioni, infine su torri piramidali che dal 1800 hanno assunto l’attuale altezza di 25 metri, ricoperti di decorazioni in cartapesta che sviluppano temi storici, religiosi o di attualità. La costruzione delle strutture in legno, la progettazione e la realizzazione del vestimento in cartapesta sono opere degli artigiani locali che se ne tramandano gelosamente la tecnica e i metodi. I Gigli vengono portati in processione a spalla da gruppi di giovani (Paranze) al ritmo di canzoni e musiche composte appositamente per la festa e  ogni “Paranza”  è formata da circa 140 persone. La Festa dei Gigli di Nola è uno splendido viaggio tra fede, cultura e tradizione, è una delle quattro tradizioni folkloristiche italiane che costituiscono il sistema delle grandi macchine a spalla. Dal 2013 è riconosciuta patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO del V sec., periodo in cui la storia di Nola si legò indissolubilmente a quello del suo amato e miracoloso Vescovo, San Paolino da Bordeux (353-431). Un sentimento che si è evoluto nel corso dei tempi, divenendo un rituale, che ogni anno si compie nella Domenica che segue il 22 Giugno, giorno della morte del Santo.  Sono da menzionare:  Il 14 Giugno la sfilata in abiti d’epoca del Corteo storico degli Orsini; il 20 e il 21 Giugno l’esibizione dei Gigli spogliati; il 22 Giugno la Solenne processione del Busto Argenteo di S.Paolino; il 27 Giugno la lunga notte dei Comitati e premiazione del Giglio d’oro e d’argento; il 28 Giugno la Benedizione delle Macchine da Festa e la tradizionale ballata dei Gigli e della Barca. Nelle serate, da Lunedi 29 Giugno  a Giovedi 2 Luglio, si sono susseguiti spettacoli comici, musicali e concerti. A chiusura dei festeggiamenti i Gigli vengono svestiti e dopo qualche giorno abbattuti. Ciò avviene nella piazza Duomo, la stessa che alcuni giorni primi li aveva visti trionfare. La Festa, anche quest’anno, ha riscosso il meritato successo, con la notevole affluenza dei visitatori provenienti dai vari Comuni della Provincia e della Regione e la partecipazione dei Comitati, come sempre, è stata compatta, concreta ed intensa. ■

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.