Quotidiano di informazione campano

LA FESTA FINISCE NEL CAOS. IERI QUESTO ARTICOLO DEL NOSTRO COLLABORATORE NICOLA OGGI IO TONY DICE LA FESTA E FINITA ANDATE IN BACE

CRITICANDO MA NON TROPPO SFOCO MIO DI TONY DOPO 48 ANNI VI DICE BASTA SIT, A MUNNEZZ' DA GENTE UNESCO MA QUALE UNESCO DOVREBBERO TORNARE INDIETRO TUTTI LO HA ACCENNATO ANCHE IL SINDACO MINIERI SUL PALCO STAVA MALE COME ME

Festa del Gigli con delusione da parte di tutti.  ma di piu da parte mia un anno di sacrifici ,non dovevo fare la festa perche’ il medico mi raccomando di stare calmo e di non strafare invece no a me il patreternno  non mi vuole perche’ ho ancora da fare alla mia eta , e se starei calmo potrei ancora vivere bene , come mi dice il mio angelo custode tu se stai calmo ne vedrai tanti ancora da passare  da via san paolo .speriamo io ho fatto ancora vedere come si fanno le serate ok ,ma enche lultima volta che facciamo senza soldi sapete come si dice senza danaro non si cantano le lesse per non citare un altro dello che e’ piu’ spinto. io mi son sentito troppo male malissimo quando ho visto a 1,30 ancora i gigli in piazza ho pensato adesso ho buttato soldi e salute, il palco non e pronto,mentre invece io stavo male ma l’amico Pizzo ha fatto il miracolo sotto il sole un grazie agli amici Salvatore, e l’altro Salvatore  DAL CASERTANO IL TECNICO che mi sono stati vicini .Tony  ringrazia a tutti gli artisti che sono venuti per l’amore verso di me da tutte le parti anche chi per cantare gratis ha fatto tantissimi chilometri tutti artisti affermati grazie ancora usciremo con uno speciale cartaceo con tutte le foto e premi. Ecco cosa ha scritto Nicola ieri  . Forse la stanchezza per il forte caldo afoso ma anche per l’esuberanza di qualche gruppo ha fatto sì che l’arrivo dell’ultimo Giglio in Piazza Duomo è arrivato alle 12,30 di oggi, alla ‘faccia’ della mezzanotte di ieri come stabilito dal regolamento ferreo dell’Ente FESTA. Una situazione che ha fatto gridare allo scandalo gli stessi NOLANI, acerrimi difensori di una kermesse spesso, specie negli ultimi anni demonizzare da varie parti, a comicuare dalla stampa e media non sempre teneri con l nolani e la loro sagra. Anche il neo sindaco, da poco in carica, si è setto rammaricato da questi comportamenti scorretti che certamente non fanno onore alla Città. Mentre negli anni scorsi si sono verificate risse tra paranza, sempre rivali, come Barrese e Trinchese con risse al corteo storico in questa odierna festa vi sono stati problemi di inosservanza del tragitto con protagoniste alcune paranze che hanno deviato o accorciato il percorso. Alcuni e paranze hanno totalmente bloccato il Corteo Storico costringendo alcuni Gigli ad evitare il Vico Piciocchi e via San Felice. Come ricordato il sindaco MINIERI si è dovuto ergere da negoziatore per tentare di sbloccare la situazione. Il Corteo Storico della sera e notte successiva è stato sempre al centro di vivaci polemiche per l soliti comportamenti incivili che con la vera festa dei Gigli hanno quasi nulla da spartire. Ancora una volta l’esuberanza di certi ‘paranzari’ mettono in cattiva luce anche ciò che ce di buono o meglio il vero spiriti della Festa in cui San Paolino secondo la storia rientra a Nola trionfante dopo un periodo di prigionia ad opera dei barbari in Africa. Il popolo NOLANO ancora una volta a perso l’occasione, per colpa di pochi scalmanati, a mostrare il vero volto della loro città.
Nicola Valeri

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.