Torino, 22 maggio 2017 – La storia del calcio italiano è stata riscritta: la Juventus vince il suo sesto Scudetto consecutivo. Un traguardo mai tagliato da nessuna squadra fino a oggi, fino al successo della Vecchia Signora sul Crotone per 3 a 0, che significa tricolore con una giornata d’anticipo. Un cammino, quello dei bianconeri, quasi impeccabile, fatta eccezione per alcuni passi falsi in trasferta, uno dei quali (quello di Firenze) che probabilmente rappresenta lo sliding door della stagione, con il passaggio al 4-2-3-1. Senza storia la gara contro un Crotone comunque coraggioso e punito dai gol di Mandzukic, Dybala e Alex Sandro. Dopo la conquista della terza Coppa Italia di fila, un’altra impresa e un’altra festa per Madama. GRANDE FESTA A TORINO

Al rientro dagli spogliatoi, Madama ha immediatamente la possibilità di chiudere la gara: prima Cuadrado si vede respingere il proprio tentativo dal ginocchio di Cordaz; poi, un paio di minuti più tardi, Mandzukic calcia alto dal cuore dell’area calabrese. Visto il doppio vantaggio e le energie spese, gli uomini di Allegri abbassano il ritmo e amministrano, congelando il possesso palla. Nonostante questo,