Quotidiano di informazione campano

La Juventus ferma Messi, Roma ko a Madrid: qualificazioni rinviate

I bianconeri pareggiano 0-0 in casa contro il Barcellona, prima sconfitta per i giallorossi, superati 2-0 dall'Atletico Madrid.

0

Zero gol fatti e un solo punticino per le italiane nel mercoledì di Champions. La Juventus ferma il Barcellona, ma vede avvicinarsi lo Sporting Lisbona, ora a -1 dal secondo posto dei bianconeri costretti a vincere sul campo dell’Olympiacos per evitare sorprese. Prima sconfitta invece per la Roma che rilancia l’Atletico Madrid: Di Francesco perde il primo posto, ma la qualificazione resta alla portata.

JUVENTUS-BARCELLONA 0-0
Poche emozioni all’Allianz Stadium dove il Barcellona scende in campo a sorpresa senza Messi e si accontenta del punticino che vale qualificazione e primo posto. La squadra di Valverde non forza i ritmi, poche le occasioni, eccetto il palo colpito da Rakitic su punizione e un paio di fiammate della Juventus, con Dybalan e con Cuadrado. La musica non cambia nel secondo tempo: Valverde si gioca la carta Messi, ma la Pulce si fa vedere solo su punizione senza inquadrare la porta, così come Suarez. A metà tempo salvataggio di Rugani, appostato sul secondo palo per anticipare Suarez su cross di Digne, poi comincia la partita della Juventus, in colpevole ritardo. Entrano Marchisio e Matuidi che danno la scossa, ma l’unica occasione è di Dybala allo scadere: Ter Stegen dice no.

ATLETICO MADRID-ROMA 2-0
Sconfitta indolore, o quasi, per la squadra di Di Francesco, che perde l’imbattibilità in Europa e il primo posto del girone a vantaggio del Chelsea, ma che vede intatte le possibilità di accedere agli ottavi: l’Atletico sale a 6 punti, a meno due dai giallorossi, che però chiuderanno in casa contro il morbido Qarabag.
Di Francesco opta ancora per il turnover, lasciando a riposo De Rossi e Strootman, ma il primo tempo della Roma è incoraggiante grazie alla vivacità di Pellegrini e Gerson e del solito Kolarov, infaticabile sulla sinistra.

I giallorossi hanno però il torto di non sfruttare il miglior momento, dando fiducia all’Atletico che cresce alla distanza cominciando a carburare grazie a Ferreira-Carrasco e a Griezmann. Alisson non deve però compiere parate, ma la pressione dei colchoneros, costretti a vincere per restare in corsa, aumenta nel secondo tempo e allora dopo un salvataggio di Manolas su palla persa da Pellegrini arriva il vantaggio firmato proprio da Griezmann che s’inventa una mezza rovesciata ideale per fare pace con i tifosi su invito di Correa. Le squadre si allungano e la Roma ha l’occasione per pareggiare con Nainggolan di testa, ma non è serata. L’espulsione di Bruno Peres per somma di ammonizioni rinvia tutto all’ultima giornata, prima del raddoppio in contropiede di Gameiro su assist di Griezmann.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.