Quotidiano di informazione campano

La luna il tema della nuova serata del Salotto Donizetti

0

Serata speciale dedicata alla Luna, il cui titolo non poteva che essere ”Sott’ ‘e ragge d’a luna”, è il quarto appuntamento dell’anno al Salotto Donizetti presentato da Carmen Percontra con la collaborazione di Ralph Stringile, sempre al Club House Artisti di Pollena Trocchia presieduto da Gennaro Nigro.

La serata, davvero entusiasmante, è stata aperta dal bravissimo attore e poeta Pasquale Rea, che ha introdotto il suo monologo “Au Claire De La Lune” il quale espone un concetto molto forte: sul palcoscenico puoi essere chi vuoi, nella finzione scenica puoi nascondere verità e lazzi che fanno sorridere ma anche riflettere. Seguono Salvatore Minopoli che ci ha deliziati con mix di canzoni, tra cui tra cui “ ‘A serenata e pullecinella” e “Te voglio tantu bene”, l’attore Pino Celli con le pregevoli imitazioni del grande Totò; l’attrice e cantante Elena Sansone che ci ha deliziati con alcune operette ed un monologo tratto da “Filumena Marturano”, l’attore e poeta Luigi Cuccurese, che ha declamato ”.Cammese Janco E Faccia Nera”, “O Pilo”, “A Nuje Nun C’accide Nisciuno”, “A Zuppulella” e “Sanghe Sbattuto”;

Spicca dunque il gruppo de “I posteggiatori Decumani”, formato da Gioacchino Iovino con chitarra e voce e Lello Puglia mandolino e voce, per la loro piacevole esibizione del repertorio classico napoletano. Il medesimo duo compone anche il gruppo di musica popolare La Viscianese, al quale si aggiungono Pino Ruffo (percussioni) e la stessa Carmen Percontra (ballo, tammorra, costumi e coreografie); coadiuvati nel ballo da Angela Liymo. Entrambi i gruppi sono gestiti dalla manager di spettacolo Mery Fabbricino, presente alla serata. Sempre presente con la sua rubrica storia l’ingegnere Aniello D’Ambrosio con “Lo sapevate che… la storia del Papa-donna”; quindi Peppe Moccia ha declamato una poesia di Totò “zuoccole, tammorre e femmene”, l’attore, cantante e chitarrista Ciro Formisano in duetto con MELANIA MOLLO si sono esibiti in in un emozionante racconto d’amore dal titolo “Pensier’ ‘e core”. Ancora Aldo Vecchiotti prosegue con la sua compilation di brani italiani degli anni 60 e 70.

La serata si è conclusa con il gruppo popolare la Viscianese, presentato dalla modella presentatrice Roberta Cornero. Il gruppo ha fatto ballare il pubblico con i canti devozionali: “so nate a Stu paese”, “tammurriata nera”, e la classica tammurriata sommese “bella Figliola”.

Presenti in sala, fra i numerosi amici, Francesco Amoretto, Rosiello Anna, Mary Fabbricino, Mario Orefice, Bruno Di Lullo, Antonio Pascucci, Biagio, Pino Mele, Nunzia D’Anna e Armando Romano.

Addetti stampa del salotto Mauro Romano e Alberto Del Grosso. L’impianto è stato curato come sempre da Aldo Vecchiotti con Franco Iacomino e Aniello d’Ambrosio. La fotografia è curata dal professionista Giuseppe Pelosi e le riprese video da Davide Guida della DGPhotoArt.

Il prossimo appuntamento del Salotto è previsto per domenica 22 maggio.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.