Quotidiano di informazione campano

LA MONTAGNA HA PARTORITO IL TOPOLINO

0

Il Corecom, assicura Festa, con delibera n. 2 del 23 aprile <?xml:namespace prefix = st1 ns = “urn:schemas-microsoft-com:office:smarttags” />2012, ha provveduto allapprovazione del riparto dei contributi relativo al 2011, definendo il procedimento di propria competenza. A tale provvedimento è seguito il Decreto dirigenziale della Giunta regionale n. 1 del 16 ottobre 2012 del Settore di competenza con il quale è stato disposto il pagamento. Per quanto riguarda lanno 2012 si è in attesa di comunicazione ufficiale da parte del Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento Comunicazioni, dellavvenuto trasferimento delle risorse per consentire allUfficio della Giunta regionale la liquidazione finale. <?xml:namespace prefix = o ns = “urn:schemas-microsoft-com:office:office” />

 

Premesso che i MAG 2011 si riferiscono alla campagna elettorale relativa alla Amministrative di maggio 2011, ci chiediamo:

 

se non è scandaloso che siano necessari 11 mesi per approvare il riparto dei contributi (maggio 2011/aprile 2012)?. In 11 mesi si partorisce un bambino!!

se non è scandaloso che ci siano voluti altri sei mesi (aprile/ottobre 2012) per la pubblicazione del  Decreto che dispone il pagamento?;

se non è scandaloso che ad oggi, 10 novembre 2012, nonostante il Decreto, le emittenti non abbiano la certezza della data dellincasso?Premesso, ancora che i MAG 2012 si riferiscono alla campagna elettorale relative alle Amministrative di maggio 2012, ci chiediamose non sia scandaloso che, come riferisce il Corecom Campania, il Dipartimento Comunicazioni, a distanza di sei mesi, non abbia provveduto a trasferire i fondi necessari alla Regione affinché possa provvedere al pagamento del dovuto alle emittenti locali. Non vogliamo risposte scarica barile. DATECI SUBITO CIO’ CHE CI SPETTA! Gli intoppi burocratici non vanno pagati dallemittenza locale. La soluzione è una sola. Il Ministero deve organizzarsi per pagare i MAG direttamente senza linutile passaggio burocratico della Regione. Questo tipo di federalismo non lo vogliamo. Se pagasse direttamente il Diparimento si risparmierebbero ben 17 mesi di tempo e leemittentriuscirebbero ad incassare entro un limite massimo, ma tollerabile,  di sei mesi (già fuori il tempo massimo ditrenta giorni previsto dalle direttive Europee). 

 

Questi tipi dinterventi ci aspettiamo dalGoverno Tecnico, non solo tasse e prediche demagogiche!

 

SIAMO INDIGNATI PER LA VOSTRA INDIFFERENZDATECI SUBITO CIO CHE CI  SPETTAInvitiamo le emittenti locali a stringersi intorno alla REA per la difesa dei loro interessi. Se condividi la lotta della REA per la legalità scrivi CONDIVIDO a info@reasat.it

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.