Quotidiano di informazione campano

LA PIRAMIDE DELL’INCIVILTA’ E LA PIZZA DEI RIFIUTI… DUE NOTIZIE INCREDIBILI COLLEGATE TRA DI LORO..NON VOGLIAMO “FARAONI DELLA PROPAGANDA” MA AMMINISTRATORI UMILI E SERI

0

.
.
Il Comune e lSsia hanno avuto unidea favolosa
Al Pizza Village debutta la Pizza Raccolta Differenziata con le 4 frazioni in cui si scompongono i rifiuti.
Viene definita unoperazione per sensibilizzare i cittadini alla raccolta differenziata!
La piramide dellincivilta e la pizza indigesta.
Il collegamento è semplice.
Quanto accaduto nel sottosuolo di Via Chiaia conferma che una delle grandissime priorita della nostra città è procedere a un programma strutturato,metodologico e continuo nel tempo di sensibilizzazione civica dei napoletani.
Troppo comodo per le Istituzioni locali ,a seconda del momento ,esaltare i napoletani per essere protagonisti di una rivoluzione civica(mai cominciata) per poi autoassolversi addebitando al livello dinciviltadei cittadini casi come questo.
La crescita civica non avviene per autocombustione” e solamente un programma a medio-lungo-termine,portato avanti dalle Istituzioni locali insieme a quei cittadini attivi pronti alla collaborazione(sono tanti), puo avviare un lento ma importantissimo tentativo per innalzare il livello di capitale civico in città.
Questo programma ,non è mai partito,nonostante che ad esempio la nostra associazione lo abbia piu volte presentato sia ai rappresentanti regionali che comunali.
E certamente non puoessere sostituito da misure ad effetto e spot.
Ed ecco il collegamento con la Pizza “ai rifiuti
LAsia e il Comune,invece di strutturare un programma metodologico di sensibilizzazione e coinvolgimento alla raccolta differenziata( programma che Napolipuntoacapo presento ben 14 mesi fa allassessore allambiente e allAsia e che alleghiamo in documenti.NON SI DICA CHE I CITTADINI NON FANNO PROPOSTE!),preferiscono i messaggi ad effetto,come quello di spingere i napoletani a pensare alla munnezza quando si gustano una bella pizza

Le piramidi dei rifiuti non si combattono con i “faraoni della propaganda” ma con umili amministratori che invece di rincorrere obiettivi personali si dedicano allamministrazione della città lasciando in pace le bellezze storicheche caratterizzano Napoli.

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.