Quotidiano di informazione campano

LA RASSEGNA STAMPA LA GAZZETTA CAMPANA COVID DAL MONDO

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

In tutto il mondo è partita la corsa al vaccino anti Covid. Dopo l’annuncio di alcuni dei più grossi colossi farmaceutici internazionali sull’efficacia dei propri antidoti, si attende ora l’autorizzazione per la distribuzione delle prime dosi, che in alcuni paesi potrebbe cominciare già nei prossimi giorni. Nel frattempo, i governi sono impegnati a realizzare i piani vaccinali con le indicazioni sull’obbligatorietà o meno del vaccino stesso, sul suo costo, sulle tempistiche da rispettare e sui soggetti che per primi verranno vaccinati. Se l’Italia comincerà a distribuire gratuitamente il vaccino a fine gennaio, in Gran Bretagna e in Russia si inizierà dalla prossima settimana, mentre in Cina decine di migliaia di persone hanno già ricevuto una dose di vaccini sperimentali contro il coronavirus in via di sviluppo nel Paese. Almeno 3-4 diversi vaccini sono stati somministrati a operatori sanitari, militari, funzionari del governo, addirittura dipendenti delle case farmaceutiche nonostante le sperimentazioni su larga scala non siano terminate.

Il virologo Fauci: “Ritorno alla normalità verosimile non prima di settembre 2021”

“Dovremo aspettare quasi un anno prima di vedere uno stadio o un palazzo dello sport con il pubblico”. A parlare è Anthony Fauci, direttore dell’istituto americano per le allergie e le malattie infettive, che non vuole alimentare facili ottimismi sul cosiddetto “ritorno alla normalità”. Intervistato da Yahoo Sports, l’epidemiologo, famoso anche per la sua passione per baseball e basket, ha detto che la prima lega americana che potrebbe tornare a giocare di fronte ai propri tifosi è quella del football, che riaprirà la nuova stagione a settembre. “Potremmo riavere le arene piene per quel periodo, a patto che i vaccini abbiano dato prova di efficacia e siano stati distribuiti in maniera capillare. Da fine dicembre a fine marzo saranno vaccinate le persone più esposte. Tutti gli altri, per intendersi quelli che rappresentano la maggioranza di chi assiste a un evento sportivo dal vivo, inizieranno l’iter da aprile in poi: è probabile che si finisca a giugno, troppo tardi per aprire senza rischio le porte al pubblico per le finali Nba. Credo che un ritorno alla normalità sia verosimile a settembre”.

“Chi deve lavorare fino all’ultimo non può tornare a casa prima del 21 dicembre, come le forze dell’ordine, che spesso lavorano fuori dal Comune di residenza. Ma ci preoccupa anche la quarantena per gli italiani che vivono all’estero. Vorremmo consentire anche ai lavoratori transfrontalieri di tornare a casa per le vacanze di Natale”. Lo ha detto la deputata Silvia Fregolent di Italia viva nel suo intervento alla Camera in risposta all’informativa del ministro della Salute Speranza, criticando il divieto di spostamenti tra Regioni, e il no agli spostamenti tra Comuni il 25 e il 25 dicembre, e l’1 gennaio.

“Nessuno di noi chiede un lavoro senza regole, nemmeno i lavoratori della montagna. Nessuno pensa che negli altri paesi si stia meglio. Oggi si chiede giustamente di fare un sacrificio per la nostra salute. Però mi sarei aspettata che adesso avessimo delle date di riapertura, ovviamente se il virus ce lo consente. Visto che ci sono le palestre, i teatri e i cinema chiusi dal 20 ottobre, quando riapriranno? Da più parti si chiede la collaborazione istituzionale, deve essere normale quello che è avvenuto in Parlamento per il voto sullo scostamento di bilancio. Però abbiamo bisogno che il governo ci ascolti veramente”.

11 ore fa
17:53
Coronavirus Lombardia, 3.425 nuovi casi e 175 morti

Il bollettino Covid della regione Lombardia: 3.425 nuovi casi di Coronavirus e 175 morti nelle ultime 24 ore. I ricoveri in ospedale calano rispetto a ieri: sono 120 in meno, per un totale di 7.222. Calano anche i ricoveri in terapia intensiva (meno 21 rispetto a ieri, per un totale di 855).

11 ore fa
17:42
I pazienti Covid in terapia intensiva sono 3.616: -47 rispetto a ieri

Dal bollettino di oggi emerge che il rapporto tamponi-positivi torna sotto il 10%. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 207.143. Si registra un calo delle terapie intensive di 47 ricoveri: attualmente i pazienti ricoverati in rianimazione sono 3.616. I ricoveri nei reparti ordinari sono 32.454, in calo di 357 rispetto a ieri.

12 ore fa
17:27
Bollettino Coronavirus: oggi 20.709 contagi e 684 morti

Sono 20.709  i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore in Italia secondo quanto emerge dal bollettino diffuso dal ministero della Salute. Si registrano 684 nuove vittime, che portano il totale a 57.045. I guariti nelle ultime 24 ore sono 38.740, i casi attuali 761.230.

12 ore fa
17:19
Forza Italia chiede di autorizzare apertura ristoranti a Natale e spostamenti verso seconde case

“Il sistema di tracciamento è fallito, e preferisco sorvolare sull’app Immuni. La divisione dell’Italia in zone, con un meccanismo automatico, ha contribuito alla stabilizzazione della curva pandemica, ma ha creato problemi alle attività produttive, che non possono programmare. Il nuovo dpcm confermerà limitazioni e introdurrà nuove restrizioni per le festività natalizie. Ma quali maggiori rischi potrebbero provocare i ristoranti aperti il 25 o lo spostamento di nuclei familiari in macchina per raggiungere le seconde case?”. Se lo chiede l’onorevole Anngrazia Calabria di Forza Italia, durante il dibattito che segue all’informativa del ministro Speranza sul nuovo dpcm e sul piano vaccini.

“Il diritto poi di definire la vita spirituale dei cittadini non spetta alla politica. Boccia ha detto che se Gesù nasce due ore prima non è un’eresia. Fermatevi un attimo”, dice.

12 ore fa
17:14
Perché chi soffre d’asma ha un rischio ridotto di essere infettato dal Covid

Analizzando i dati di oltre 37.000 pazienti sottoposti a tampone, un team di ricerca israeliano guidato da scienziati del Leumit Health Services di Tel-Aviv e dell’Università “Ben Gurion” ha dimostrato che chi soffre d’asma ha una probabilità del 30 percento inferiore di contrarre l’infezione da coronavirus. Qui spieghiamo quali potrebbero essere le ragioni.

12 ore fa
17:04
Covid Lazio, 1.791 casi e 45 morti

Nel Lazio oggi su oltre 24.000 tamponi si registrano 1.791 casi. Ieri i nuovi positivi erano stati 1.669 su quasi 27.000  tamponi eseguiti. Si riduce, secondol’ultimo bollettino del Lazio, il numero dei morti: oggi sono 45, mentre ieri erano stati 64 morti. I guariti nelle ultime 24 ore sono 780.

12 ore fa
16:53
Sgarbi interviene con mascherina sul naso: “Perché gli inglesi avranno subito il vaccino e noi no?”

“Perché l’Inghilterra ha già ottenuto l’ok al vaccino Pfizer? Perché gli Stati Uniti lo avranno a metà dicembre? Noi lo avremo solo a gennaio perché aspettiamo l’ok dall’Ema. Gli inglesi sono forse diversi?”. Se lo chiede polemicamente l’onorevole Vittorio Sgarbi nel corso del dibattito dopo l’informativa del ministro della Salute Speranza alla Camera sul nuovo dpcm e sul piano vaccini. “Ho fatto di tutto per far introdurre con molto ritardo i saturimetri. Perché poi un deputato, da solo, deve fare ricorso al Tar per protestare contro la chiusura dei musei?”.

Sgarbi indossa la mascherina lasciando scoperta la bocca mentre parla, per protesta. Richiamato più volte dal presidente di turno dell’Aula Rosato continua a indossare il dispositivo di protezione coprendo solo il naso, dicendo di avere un certificato che lo esenta dall’obbligo.

12 ore fa
16:51
Da aprile in Italia nessun caso di morbillo

Il lockdown per Covid ha “azzerato” i casi di morbillo in Italia: da aprile non è arrivata nessuna segnalazione. È quanto emerge dai dati del report nazionale di Sorveglianza integrata dell’ISS relativo al periodo gennaio-ottobre 2020: complessivamente, segnalati 101 casi di morbillo, tutti nei primi tre mesi dell’anno. Numeri che evidenziano come le misure restrittive adottate per contrastare la diffusione del coronavirus Sars-Cov-2 siano risultate efficaci anche nel prevenire le infezioni legate ad altri patogeni, come confermato anche dai casi di rosolia segnalati, complessivamente 12 nell’intero periodo considerato, di cui 9 a gennaio e 3 a febbraio.

12 ore fa
16:42
Coronavirus Campania, 1.842 contagi e 43 morti

In Campania si registrano oggi 1.842 nuovi casi su 19.759 tamponi, in leggero aumento rispetto a ieri quando erano stati analizzati molti meno tamponi. Altri 43 i decessi in regione secondol’ultimo bollettino, i guariti si avvicinano a quota 55mila.

12 ore fa
16:32
Speranza: “Ema si esprimerà il 29 dicembre sul vaccino Pfizer e il 12 gennaio su quello di Moderna”

“Ema potrebbe esprimersi il 29 dicembre sul vaccino Pfizer e il 12 gennaio su quello di Moderna”. Il ministro della Salute Speranza, durante l’informativa alla Camera sul nuovo dpcm e sul piano vaccini, ha spiegato la strategia del governo per la distribuzione dei vaccini. Ha chiarito che l’acquisto sarà centralizzato, e il vaccino per il Covid-19 sarà gratuito. Per ogni individuo occorreranno due dosi. Il ministro ha ricordato che per il momento non sappiamo quanto dura l’immunità all’infezione dopo la vaccinazione.

“Adesso è possibile perché appare probabile che, a partire da gennaio, avremo i primi vaccini e poi, progressivamente, saremo in grado di vaccinare un numero sempre più alto di italiani”, sottolinea.

Le dosi dei diversi vaccini in arrivo “saranno distribuite agli Stati membri in proporzione alle rispettive popolazioni a partire dal primo trimestre del 2021 e con una più significativa distribuzione delle dosi nel secondo e nel terzo trimestre, per completarsi sostanzialmente nel quarto trimestre del prossimo anno”.

13 ore fa
16:30
Ema inizia l’iter di approvazione per il vaccino di Janssen

L’Ema inizia l’iter di approvazione per il vaccino di Janssen, azienda del gruppo Johnson & Johnson. L’ente regolatorio ha basato la propria decisione sui risultati preliminari degli studi di laboratorio e dei primi test clinici sui pazienti adulti, che suggeriscono come il vaccino Ad26.CoV2.S stimoli la produzione di anticorpi e cellule immunitarie che bersagliano il coronavirus. Dopo quelli di AstraZeneca, Pfizer e Moderna, il vaccino di Janssen è il quarto a essere sottoposto alla revisione progressiva (o rolling review), ossia lo strumento a cui l’Ema ricorre per rendere più rapida la valutazione di un farmaco promettente nel corso di un’emergenza sanitaria pubblica. In circostanze normali, tutti i dati relativi alla sicurezza, l’efficacia e la qualità di un medicinale devono essere pronti all’inizio della valutazione in una domanda di autorizzazione all’immissione in commercio. Nel caso della revisione progressiva, invece, il Chmp rivede i dati non appena diventano disponibili dagli studi in corso. Il processo di rolling review terminaquando gli esperti dell’Ema avranno a disposizione tutte le prove necessarie per una domanda formale di autorizzazione all’immissione in commercio in Europa, come quella resa nota ieri per i vaccini di Moderna e Pfizer.

13 ore fa
16:24
Le linee guida Ue per Natale e Capodanno

Sono state pubblicate le linee guida Ue destinate agli Stati membri con le raccomandazioni per gestire in sicurezza le vacanze di Natale e Capodanno, per dare una risposta coordinata a Covid-19 ed evitare la terza ondata . Confermato l’invito ad evitare le messe e altri assembramenti, incentivato lo smart working e le vacanze scolastiche Cuscinetto. Tra le novità: Bruxelles invita a farsi il vaccino influenzale se si vuole viaggiare.

13 ore fa
16:17
Dpcm Natale, Speranza: “Se abbassiamo la guardia avremo nuove pesanti chiusure a gennaio”

Il ministro della Salute Speranza è alla Camera per l’informativa, già svolta questa mattina al Senato, “sulle ulteriori misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19”, e in particolare sul prossimo dpcm per Natale e sul piano vaccini. Ha ricordato alcuni dati relativi alla circolazione del virus: “Il governo, attraverso le mie ordinanze, si è assunto la responsabilità di scelte difficili quanto necessarie. Ogni ordinanza restrittiva comporta sacrifici di cui siamo ben consapevoli, ma senza queste scelte sarebbe impossibile mettere la curva sotto controllo. La pressione sulle strutture ospedaliere diverrebbe insostenibile: non reggerebbero i nostri medici, gli infermieri e tutti i professionisti sanitari, cui va sempre la nostra più convinta gratitudine per il lavoro incessante che stanno svolgendo”.

“Riconfermare il modello della classificazione delle Regioni” e “limitazioni previste rafforzate anche nel quadro di un coordinamento europeo”, queste le due azioni che si prefigge il governo. L’esecutivo intende quindi limitare gli spostamenti tra le Regioni durante le feste e nei giorni del 25 e 26 dicembre, e del 1 gennaio, limitare anche gli spostamenti tra Comuni.

13 ore fa
16:09
Vaccino anti-Covid, Miozzo: “Scuola è sicuramente un comparto in cima alle priorità”

“Il Cts non è ancora stato investito di quesiti su quale vaccino anti-Covid e a chi. Certo, prima le categorie a rischio ed esposte, gli anziani ultraottantenni e le persone fragili. La scuola è sicuramente un comparto in cima alle priorità. Alcuni esperti dicono ‘vacciniamo i liceali perché categoria più a rischio’, osservazione assolutamente pertinente. Sopra i 10 anni la capacità di trasmissione del virus è analoga a quella degli adulti”: lo ha detto il coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts) Agostino Miozzo in audizione alla Commissione cultura della Camera sulle prospettive di ripresa delle lezioni scolastiche in presenza.

13 ore fa
15:59
Putin ordina di cominciare la vaccinazione di massa contro il Covid-19 in Russia

Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato di cominciare la vaccinazione di massa contro il Covid-19 in Russia alla fine della settimana prossima. “Cominciate”, ha detto alla vice premier Tatiana Golikova. Lo riporta l’agenzia di stampa russa Ria Novosti. Le parole di Putin arrivano qualche ora dopo che le autorità britanniche hanno approvato l’uso del vaccino anti-coronavirus della Pfizer-BioNTech che sarà disponibile  a partire dalla prossima settimana. “Organizziamo il processo in modo che la vaccinazione su larga scala inizi alla fine della settimana prossima”, ha detto Putin a Golikova. Secondo il presidente russo, due milioni di dosi del vaccino sperimentale russo Sputnik V sono già state prodotte o lo saranno nei prossimi giorni e ciò dovrebbe permettere a medici e insegnanti di ricevere le due iniezioni del vaccino necessarie.

13 ore fa
15:51
Vaccini, in Germania “procedura più lunga per l’approvazione per aumentare la fiducia della gente”

La Germania ha preferito seguire una procedura più lunga (ed europea) per l’approvazione del vaccino anti-Covid rispetto a quella scelta dal Regno Unito per aumentare la fiducia della gente nel prodotto. Lo ha sottolineato il ministro della Salute tedesco, Jens Spahn, dopo le polemiche seguite all’annuncio di Londra della disponibilità del vaccino Pfizer dalla prossima settimana. “Abbiamo Stati membri, compresa la Germania, che avrebbero potuto dare un’autorizzazione di emergenza se avessero voluto. Ma abbiamo deciso di no e di optare per un approccio europeo comune per andare avanti insieme”, ha dichiarato, rimarcando l’importanza di un percorso comune per “aiutare a promuovere la fiducia nell’autorizzazione” del farmaco.

13 ore fa
15:41
In Toscana 776 contagi in un giorno, Giani: “A mio giudizio siamo da zona arancione”

I nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 776 su 13.549 tamponi molecolari e 3.911 test rapidi effettuati. Lo ha anticipato il presidente della Regione Eugenio Giani. Rispetto a ieri sono risaliti sia il numero di tamponi (da 9.801 a 13.549) sia quello dei nuovi positivi (da 658 a 776). “Grazie alle donne e agli uomini – ha scritto Giani – che con dedizione e altruismo lavorano senza sosta negli ospedali, come al San Donato di Arezzo, garantendo non solo cura e assistenza ai pazienti ma anche un ponte costante con i loro familiari. Non abbassiamo la guardia per tornare presto a vivere la Toscana!”. Giani è andato in visita alla Scuola Sant’Anna di Pisa dove parlando coi cronisti ha ribadito che “oggi registriamo 700 contagi con 4 mila tamponi in più, quindi è un dato incomparabile rispetto a quello di 20 giorni, un mese fa quando abbiamo toccato punte di 2700 contagi al giorno. Sono numeri ormai stabilizzati che portano la Toscana, a mio giudizio, in zona arancione”. “Sono convinto – ha aggiunto – che più che agli aspetti tecnici legati alle procedure che portano all’emanazione dei Dpcm, dobbiamo guardare ai risultati che grazie al comportamento dei toscani noi otteniamo”.

 

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.