Quotidiano di informazione campano

La Rubrica del sabato a cura di Tony “MUSICOTRAPIA”

Imparare ,e studiare sulla musicoterapia

Inizio di un percorso

Alla base della nostra metodologia c’è la convinzione che, nella relazione sociale, le persone che sopportano un disagio più o meno grave, debbano essere considerate per quello che sono in realtà e non sulla base dei limiti posti dal loro problema.

Tutto comincia con un primo incontro nel quale si studia il caso oggetto del possibile intervento. Si tratta di un colloquio approfondito attraverso il quale il musicoterapista individua i termini del problema e delinea le possibili strategie d’intervento. Il musicoterapista ipotizza poi gli obiettivi e individua le probabilità di raggiungere i risultati attesi.

Attuazione

A seguito del primo colloquio e nell’eventualità dell’esistenza di diagnosi già effettuate da figure sanitarie presenti nella storia clinica del soggetto in esame, si contattano tali figure per concertare un programma che risulti organico con eventuali altri percorsi terapeutici già in essere.

Tale procedimento si attua qualora si tratti di un caso singolo.

Negli interventi richiesti per gruppi istituzionalizzati (gruppi/classe, utenti dei DSM, utenti di comunità, ecc.) i contatti saranno presi con l’équipe che ha in carico il gruppo stesso.

Prova sul Campo

Il progetto educativo o riabilitativo così definito viene continuamente monitorato fin dal suo avvio attraverso l’osservazione continua e partecipe e le riunioni d’équipe cadenzate nel tempo.

Questa metodologia permette di rimodulare l’intervento qualora intervengano variabili indefinite o situazioni di disturbo di tipo ambientale (specialmente se si tratta di gruppi istituzionalizzati). La rimodulazione determina infine una maggiore definizione delle strategie di avvicinamento agli obiettivi ipotizzati in partenza.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.