Quotidiano di informazione campano

La XX edizione di Ethnos, festival internazionale della musica etnica diretto da Gigi Di Luca, presenta sabato 19 settembre a Ercolano il concerto degli ungheresi Söndörgő, per la prima volta in Campania.

TEATRO- MUSICA-RADIO PIAZZA EVENTI

0

A Villa Favorita (Via Gabriele D’Annunzio, ore 21, ingresso gratuito) si esibisce uno dei gruppi più versatili della scena magiara, con uno stile musicale estremamente attraente, arrangiamenti fluidi e una spiccata perizia tecnica. Dal vivo presentano “Tamburising – Lost music of the Balkans”, il loro quarto e ultimo lavoro discografico pubblicato per la World Village. Un album che alterna balli veloci con canti lenti e malinconici, strumenti a corde e tamburi della tradizione slava, con echi di musica ungherese. Il quintetto guidato dagli Eredics – tre fratelli e un cugino, eredi di Kálmán Eredics, bassista dei Vujicsics – proviene da un villaggio sul Danubio chiamato Szentendre, nei pressi di Budapest. Questo paesino è un centro ricco di tradizioni slave che danno un sapore caratteristico alla musica esteuropea e che ha visto nascere numerosi artisti come il maestro zingaro Jozsef Kovacs, leader dell’orchestra Mohács, e le voci di Antal Kovacs e Katya Tompos. A differenza della maggior parte dei gruppi di musica balcanica, però, i Söndörgő non suonano ottoni, bensì la tamburitza, un antichissimo strumento a corde di origine turco-persiana, dalle molteplici varianti espressive. Dal vivo condurranno gli spettatori alla scoperta della delicata bellezza e della frizzante potenza di una differente musica balcanica. Sul palco: Áron Eredics tambura, tambura samica, derbuka, voce, alto tambura, Benjamin Eredics kontra tambura, tromba, voce, Dávid Eredics clarinetto, sassofono, kaval, tambura, alto tambura, voce, Salamon Eredics fisarmonica, shepherd flute, hulusi, alto tambura, cello tambura, Attila Buzás tambura basso, cello tambura, tapan, voce.

Sempre sabato 19 settembre, all’Antiquarium nazionale di Boscoreale (Via Settetermini 15, ore 18:00) suoni, musiche e danze dell’antichità con i Synaulia. In scena musicisti, attori, danzatrici con abbigliamenti, accessori e strumenti musicali d’epoca: Walter Maioli fiati, percussioni, Luce Maioli danza, fiati, percussioni, strumenti a corde, recitazione, canto, Ivan Gibellini percussioni, fiati, Anna Serena danza, percussioni, recitazione, canto. Da decenni applicano con successo questa disciplina nella didattica e nello spettacolo, lavorando nei musei, nel teatro e nel cinema. Il loro spettacolo prevede diversi interventi durante l’arco dell’evento, scene con musiche, danze, recitazioni e azioni teatrali. L’evento sarà animato da differenti quadri teatrali con brani strumentali, danze e recitazioni. Si potranno udire i suoni, le musiche e vedere le danze e i personaggi di più di duemila anni fa. Verranno esposti ed utilizzati decine di strumenti musicali: prototipi, reperti originali e repliche di epoca antica romana, greca, etrusca, egizia.

omenica 20 settembre alle ore 21 a San Giorgio a Cremano (Villa Vannucchi), invece, va in scena lo spettacolo “Itinerario Rebetiko” con l’ensemble greco Evì Evàn arricchito dalla partecipazione straordinaria di  Moni Ovadia. Nel pomeriggio (ore 18) stage di danze popolari greche e rebetike con Dimitris Evaggelou. 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.