Quotidiano di informazione campano

Lacamorra minaccia Metropolis. Messaggi di solidarietà in redazione

0

 “Ai colleghi-amici di Metropolis va l’incondizionata solidarietà della redazione di StabiaChannel.it per un vile gesto che, oltre ad essere condannato, va sicuramente portato all’attenzione di chi deve adoperarsi per garantire a chi fa questo mestiere di poterlo fare in assoluta libertà e sicurezza”.La redazione di Stabiachannel“I giornalisti della redazione del quotidiano online Notix.it intendono esprimere la più ferma condanna al barbaro tentativo di intimidazione cui sono stati fatti oggetto i giornalisti di Metropolis. “A loro va la più sentita solidarietà professionale, dal momento che riteniamo la libertà di stampa un bene irrinunciabile per la democrazia”.

La redazione di Notix.itLAmministrazione Comunale esprime la propria piena e convinta solidarietà ai giornalisti di Metropolis per la vile intimidazione subita nelle scorse ore. Una lettera piena di insulti e minacce, insieme a due proiettili calibro 7,65, è stata, infatti, recapitata alla redazione del giornale. A titolo personale e a nome di tutta la Giunta Comunale afferma il primo cittadino sangiorgese esprimo assoluta vicinanza ai giornalisti di Metropolis, baluardo di legalità ed informazione corretta nellarea vesuviana. La libertà di informazione è un elemento fondamentale della democrazia e senza di essa non possiamo essere liberi. La camorra, invece, vorrebbe fermare Metropolis ed i suoi quaranta giornalisti, che, invece, non devono cedere. Lo Stato, da parte sua, deve fare ogni sforzo possibile per fornire adeguata protezione agli operatori dei media campani che spesso lavorano in condizioni ambientali difficilissime.  Mimmo Giorgiano Sindaco di San Giorgio a Cremano«La notizia dellignobile gesto intimidatorio nei confronti di Metropolis scuote ed inquieta. Scuote perché dimostra che il marciume che vuole condizionare le nostre terre vuole resistere  alla coscienza dei cittadini. Inquieta perché conferma che la libertà di espressione rappresenta un obiettivo primario per chi non vuole territori in cui ciascuno possa esercitare i propri legittimi diritti.
Trasformiamo, però, insieme questi sentimenti in un ulteriore impegno positivo. Oggi dobbiamo sentirci tutti giornalisti di Metropolis e Metropolis TV. Ciascuno sia pronto a sottoscrivere ogni articolo, ogni servizio televisivo assumendosene direttamente la paternità. A prescindere dalla condivisione o meno ma comprendendo che una terra non sarà mai veramente libera fino a che ciascuno non è libero di poter raccontare, narrare e commentare.
Caro Direttore Del Gaudio, caro Direttore Taranto, questi atti vili e indegni non fermino il lavoro Vostro e dei Vostri collaboratori. Sappiate che al Vostro fianco troverete, sempre, me e tantissimi, la stragrande maggioranza di cittadini di queste terre che apprezzano il Vostro lavoro e che vogliono vivere in terre senza condizionamenti. Vi prego, veramente Ve ne prego, di voler apporre la mia firma ad ogni articolo o servizio televisivo sulla camorra del giornale e della Tv. Mi darete lonore di poter condividere il Vostro impegno. Intanto, Vi giunga la mia più sentita vicinanza».
Giosuè Starita
Sindaco di Torre Annunziata

 «Cari amici di Metropolis, apprendo solo adesso delle nuove minacce. Non sono né sgomento, né meravigliato. Penso nemmeno voi. Avete scelto di fare il vostro lavoro in modo limpido e coraggioso, rispetto  a colleghi che si accontentano di informare in maniera piatta ed inerte. Fate parte di quella categoria di giornalisti che rischiano come i magistrati più esposti. E continuate a farlo perché ci credete. La lettura e la visione di Metropolis è ormai imprescindibile per capire la realtà del nostro territorio senza finzioni o edulcorazioni. Anche perché, accanto allimpegno contro la criminalità, dalle vostre pagine traspirano democrazia e cultura, valori e sentimenti, attraverso i vostri servizi e lintervento di autorevoli energie della nostra terra. Sono al vostro fianco. Ancora grazie a tutti voi con laugurio di essere felici».
Michele Del Gaudio
Magistrato
«Caro Giuseppe, in redazione abbiamo appena saputo del vile gesto che vi ha colpiti. Esprimo a nome mio e dei colleghi (ma sono sicura che ti chiamerà anche Pino) tutta la solidarietà e il sostegno a voi tutti. 
Il vostro lavoro è fondamentale per portare alla luce quanto di sordido e criminale esiste nei nostri territori. Un lavoro all’insegna della trasparenza e professionalità. 
Speriamo che al più presto questi criminali attentatori della libertà di stampa e di pensiero siano individuati e puniti come si deve».
Un affettuoso abbraccio
Ersilia Gillio e tutta RADIO ALFA

«Caro Peppe, 
da parte mia e della redazione del ROMA tutta la solidarietà e un invito a non mollare in un momento particolarmente grave della nostra attività professionale.
Io sto ancora sul campo di battaglia per sostenere i tanti giovani che credono ancora in questa professione. Oggi mi ritrovo anche a fare l’amministratore della Cooperativa, oltre al direttore responsabile, ma lo faccio soprattutto per loro. Essere liberi è veramente un grande traguardo che un po’ tutti i giornalisti devono sempre tener presente nel loro lavoro. Soprattutto quando c’è di mezzo la camorra… Un forte abbraccio
Antonio Sasso
Direttore Il Roma

Conosco Metropolis. Conosco anche personalmente molti dei giornalisti che vi lavorano. Ho sempre apprezzato limpegno e lonestà che, da oltre vent
anni, animano il loro lavoro e quello di quanti hanno inteso, e ancora intendono, il mestiere del giornalista come mero servizio per il bene del territorio. Metropolis è questo ed altro. Metropolis rappresenta più di un punto di riferimento per linformazione campana. E un autentico faro di legalità acceso sul buio che spesso avvolge la nostra provincia. Proprio per questo mi stringo agli editori, ai giornalisti, agli amici e a tutti i collaboratori di Metropolis e di Metropolis Tv cui vanno la mia solidarietà e il mio pieno sostegno. Mi auguro che minacce, violenze e messaggi intimidatori come quello indirizzato al direttore Giovanni Taranto non fermino lopera forte e risoluta fin qui svolta dalla coraggiosa realtà editoriale oplontina, vanto e orgoglio delleditoria made in Campania.
Libertà e Autonomia Noi Sud

Antonio Milo



Assicurare alla giustizia chi minaccia il lavoro dei giornalisti. Metropolis non si faccia scoraggiare e vada avanti nel delicato e difficile lavoro di informazione e denuncia del malaffare
Inaccettabili e assurde. Le minacce della camorra a Metropolis Tv sono gravissime e invocano la pronta attenzione degli inquirenti. Mi auguro che gli organi investigativi possano adoperarsi in tempi brevi per assicurare alla giustizia quanti attentano, con questi squallidi mezzucci, alla libertà dei giornalisti, colpevoli solo di fare, e con coraggio, il loro mestiere, calati in trincea, quotidianamente, tra mille e inenarrabili difficoltà. Ai direttori del coraggioso network oplontino, Giuseppe Del Gaudio (quotidiano) e Giovanni Taranto (tv), a tutti i giornalisti, agli editori, ai collaboratori ed ai dipendenti della realtà editoriale di Torre Annunziata, esprimo la mia piena e incondizionata solidarietà. Così il neo eletto senatore del Pdl, deputato uscente e presidente nazionale di Federlab Italia (lassociazione dei laboratoristi danalisi), Vincenzo DAnna, in merito alla lettera minatoria recapitata al quotidiano di Torre Annunziata (Na). Mi auspico – conclude D
Anna – che i giornalisti di Metropolis non si facciano scoraggiare e vadano avanti senza paura e a testa alta, così come hanno sempre fatto finora, nel delicato e difficile lavoro di informazione e denuncia del malaffare, da sempre garanzia di libertà e vera democrazia.

Senatore Vincenzo DAnna (Pdl) CI  ASSOCIAMO ANCHE NOI DELLA REDAZIONE DELLA GAZZETTA CAMPANA E RADIO ANTENNA CAMPANIA  DA NOLA.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.