Quotidiano di informazione campano

Lavorare ai tempi del Covid: è boom per HUKNOW, il sito delle consulenze online. Già 10mila consulenti iscritti e al via un secondo crowdfunding

HUKNOW, il sito delle consulenze immediate online, lancia il 2° Crowdfunding e si prepara a incontrare il pubblico. Mentre i professionisti soffrono il distanziamento sociale, i consumatori cercano inutilmente soluzioni immediate su internet. La startup italiana, che va ad aprire i servizi su un mercato di oltre 20 Miliardi di Euro, è già online. Perché il progetto è nato molto prima del Covid!

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

La pandemia da Covid-19 iniziata nei primi mesi del 2020 ha stravolto completamente le abitudini cui eravamo abituati, tutti hanno iniziato a organizzare la propria giornata attraverso il web. Nei mesi di lockdown forzato il web era diventato indispensabile per lavorare, studiare o mantenersi in contatto con i parenti e amici. Tutti hanno imparato a comunicare in video call. La stessa pandemia ha inoltre pesantemente influito sul fatturato di consulenti, avvocati, psicologi e insegnanti, insomma tutti i professionisti che lavorano incontrando i loro clienti: categorie professionali che hanno visto un vero e proprio crollo del loro fatturato, con gli albi e le associazioni dei professionisti che lanciano l’allarme per i loro iscritti. Per tutte queste persone la soluzione è già online: HUKNOW è il sito dove cercare qualsiasi esperto e incontrarlo in meno di due minuti, in video chiamata. Comodamente da casa propria, o persino in mobilità.

Una piattaforma che è già stata definita “l’Amazon delle persone”, un primato italiano (è l’unica piattaforma al mondo di questo genere): quello che a gennaio sembrava ancora futuribile (la start-up nasce nel 2017) oggi è diventato indispensabile. HUKNOW ha quindi lanciato il 2° Crowdfunding, raccogliendo i primi 40.000 euro in pochissimi giorni giorni: il finanziamento, sulla piattaforma di Crowdfunding Opstart, ha lo scopo di finanziare le 4 App (android/ios e win/mac – in uscita a fine gennaio) e poi promuovere subito i servizi sul consumatore finale, il “Go to Market” vero e proprio. Si tratta, quindi, dell’ultima possibilità per i privati di diventare azionisti, almeno fino alla futura quotazione in borsa.

Le previsioni di crescita successive al 2° Crowdfunding sono importanti: per questo HUKNOW vuole facilitare l’accesso agli “addetti ai lavori” con l’idea di poter accogliere tra i nuovi soci Persone le cui conoscenze, competenze ed esperienze possano anche contribuire in occasione del 3° round: allo scopo HUKNOW ha in corso una serie di webinar riservati proprio a business angels, venture capital e investitori professionali, il prossimo il 3 Dicembre alle 17.

“HUKNOW è la prima soluzione concreta ai problemi del distanziamento sociale: mentre il mercato è sempre più digitale, i professionisti non hanno ancora un luogo dove trovare nuovi clienti e accoglierli come nel loro studio. Gli utenti si aspettano inoltre una soluzione immediata online per quello che prima facevano di persona: tutti vorrebbero poter incontrare, online, un avvocato, un medico, un insegnante di ripetizioni o di yoga, un commercialista, un coach”spiega Lamberto Cesaroni, il fondatore.

“Solo il mercato delle consulenze generato da avvocati e commercialisti supera i 20 miliardi di euro – prosegue Cesaroni – con il settore delle ripetizioni che da solo pesa 1.300 milioni di euro. Difficile calcolare il potenziale del settore medico e di tutto il mondo delle lezioni finalmente fruibili online: yoga, musica, cucina, formazione personale, pc, fotografia”. 

Finalmente da gennaio questo sarà possibile, da cui il potenziale non piccolo della Startup milanese. HUKNOW grazie al successo del primo Crowdfunding del 2019 (raccolti 200.000 euro) ha realizzato la complessa piattaforma e accolto già 10.000 esperti su ogni argomento, pronti a offrire i loro servizi online. E la valutazione pre money della società è passata da 2 a 3 milioni di euro.Edoardo Taini

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.