Quotidiano di informazione campano

Letta incontra Berlusconi

0

Pdl minaccia crisi dopo sentenza, Foglio in piazza. Epifani: ‘Irresponsabili’. Bondi contro Colle e premier. Stasera incontro a P.Chigi col Cav. Capo Stato: ‘Piu’ rispetto per istituzioni, abbiamo il record delle fibrillazionì. Mozione sui bombardieri, scontro Mauro-Delrio.

Incontro a palazzo Chigi fra Enrico Letta e Silvio Berlusconi. Insieme al leader del Pdl, il segretario del Pdl e ministro dell’Interno Angelino Alfano e Gianni Letta. La cena, nell’appartamento messo a disposizione del premier nella sede del governo al terzo piano, si e’ protratta fino a tarda ora.

“La continuità – ha spiegato il presidente Napolitano – è un elemento essenziale e non significa conservatorismo o immobilismo. Vorrei quindi un po’ più di continuità nella istituzione governo, infatti in Italia noi abbiamo il record della fibrillazione politica. Non passano due mesi dalla formazione di un nuovo governo che – ha sottolineato – si parla della incombente, imminente e fatale crisi di governo”. Ecco perché, ha detto ancora il presidente Napolitano in un breve intervento al Cnr, “abbiamo bisogno della continuità delle istituzioni”, in particolare di quella del governo.

Lo sviluppo della ricerca scientifica é “decisivo” ed è “essenziale” che sia aiutata dalle politiche pubbliche “mobilitando al massimo le risorse pubbliche e private che devono muoversi in sinergia tra loro”,  ha detto ancora Napolitano. Il Capo dello Stato ha ricordato di essersi “molto speso sul tema della ricerca e dei ricercatori” in questi sette anni passati al Quirinale. “E il ripetersi cocciutamente serve, perché alla fine poi qualcuno raccoglie” ha aggiunto Napolitano.

“Non passano due mesi dalla formazione di un nuovo governo – ha poi chiosato il Presidente – che subito si parla dell’incombente, imminente o fatale crisi di governo…”. Chiaro il riferimento alle fibrillazioni che stanno investendo l’esecutivo in queste ore. Non a caso, ha aggiunto il Capo dello Stato, in Italia “abbiamo il record della fibrillazione politica”.

EPIFANI, IRRESPONSABILE FAR SALTARE GOVERNO – “Sarebbe irresponsabile far saltare l’azione di governo” a fronte di “episodi giudiziarì che riguardano Silvio Berlusconi. Così il segretario del Pd, Guglielmo Epifani, a margine di un intervento al Parlamento europeo a Bruxelles. “Per quel che ci riguarda bisogna tenere distinti il piano giudiziario da quello politico”, ha sottolineato Epifani, aggiungendo che dall’incontro che ci sarà stasera tra Silvio Berlusconi e il presidente Enrico Letta, “mi aspetto che questo punto venga chiarito, perché la cosa che non può essere è che un governo viva una fibrillazione continua in ragione delle scadenze giudiziarie che riguardano Silvio Berlusconi”. “Questo sì che – ha sottolineato il segretario del Pd – indebolirebbe l’azione del governo”.

Riunione governo-maggioranza alla Camera sul nodo degli F35. Nella Sala del Governo a fare il punto con il ministro della Difesa Mario Mauro i capigruppo di maggioranza: Renato Brunetta (Pdl), Roberto Speranza (Pd) e Lorenzo Dellai (Sc). Dopo quasi un’ora di riunione Brunetta, lasciando la riunione, ha evidenziato che per quanto riguarda il Pdl si deve partire dal “testo della Commissione, condiviso dal governo e da noi”. “Aspettiamo – ha concluso – la condivisione da parte di Pd ed Sc”.

F35: MAURO,NON MI PARE GOVERNO HA CAMBIATO POSIZIONE – “Non ho partecipato a nessun cdm nel quale il governo abbia cambiato posizione”. Mario Mauro, parlando con i cronisti in Transatlantico, usa l’ironia per rispondere a chi gli chiede se vi siano ripensamenti sul piano di acquisti degli F35. “Pd e Pdl – ricorda il ministro della Difesa – quando erano separati hanno votato gli F35 e mi sembrerebbe strano che ora da uniti non li votino più. In passato anche Rifondazione Comunista era d’accordo”. A chi gli Scontro un commento alle parole del ministro Graziano Delrio, che ha sostenuto come non abbia “senso” spendere soldi nel comparto militare in questa fase economica, il ministro della Difesa ha risposto: “Evidentemente c’é stata una crisi di governo e io non me ne sono accorto”.

“E’ l’unica strada possibile”. Il ministro della Difesa, Mario Mauro replica così ai cronisti che in Transatlantico alla Camera dopo il vertice maggioranza-governo sugli F35 gli chiedono se a suo avviso sia possibile arrivare a una mozione di maggioranza sul tema.

F35: DELRIO, NON HA SENSO SPENDERE NEL COMPARTO MILITARE – Non si può dire che sia semplicissimo ma dobbiamo fare di tutto per recuperare risorse per l’emergenza vera che non è quella della Difesa ma del lavoro per i giovani. Non ha senso spendere risorse nel comparto militare”. Così il ministro per gli Affari regionali Graziano Delrio (Pd), nel videoforum su Repubblica.it. “Secondo me bisogna fare un’ulteriore istruttoria si può rimodulare questa spesa, ma ci sono diverse implicazioni di lavoro, industria, accordi internazionali. Credo che una revisione andrebbe fatta”.

DA RADIO PIAZZA ITALIA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.