Quotidiano di informazione campano

Lezioni in diretta, lezioni on demand, esami e sedute di laurea via web: al Suor Orsola è partito il piano straordinario di didattica a distanza per fronteggiare l’emergenza Coronavirus per rilanciare il messaggio del governo e degli scienziati del #restateacasa senza intaccare i diritti e i tempi degli studenti

LE NEWS DI RADIO ANTENNA CAMPANIA

“Tu resta a casa: UNISOB viene a casa da te”. Si chiama così il piano straordinario di didattica online messo appunto dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, già sede del più grande Polo accademico della comunicazione nel Mezzogiorno, per fronteggiare le nuove necessità didattiche al tempo del Coronavirus rilanciare con forza anche il messaggio del governo e dei medici del #restateacasa. Un piano partito puntualmente ieri, nella data già fissata per l’inizio delle lezioni del secondo semestre.

 Tre le diverse tipologie di lezioni previsteLe lezioni in diretta in modalità streaming (con la possibilità per gli studenti di segnalare via chat al docente dubbi, riflessioni e domande e ricevere risposta in tempo reale), lezioni in diretta in modalità ‘riunione’ (con la possibilità per gli studenti anche di interagire con il docente e tra di loro come abitualmente avviene nelle aule universitarie) e lezioni ‘on demand’, come nelle moderne piattaforme di fruizione di formazione online, con la possibilità, quindi, di seguire la lezione in ogni momento della giornata.

 

“Voglio ringraziare pubblicamente tutte le componenti della nostra ‘squadra’ di Ateneo – sottolinea il Rettore del Suor Orsola, Lucio d’Alessandro – ed in particolare il manager didattico, prof. Natascia Villani, attorno al quale abbiamo costruito un magnifico gruppo di docenti, amministrativi e studenti che ha lavorato giorno e notte da remoto per realizzare in pochissimi giorni questo importante piano di intervento a sostegno delle nuove esigenze didattiche dell’Università. Un obiettivo realizzato sfruttando anche il prezioso know-how del nostro Centro di Lifelong Learning che da anni ha sviluppato ormai moderni sistemi digitali di integrazione della didattica senza però mai trascurare la priorità dell’insegnamento ‘in presenza’ che è la vera ricchezza della formazione dei giovani, che speriamo di rincontrare presto nelle nostre aule universitarie dove si cresce quotidianamente anche e soprattutto con il confronto umano tra docenti e studenti e con la pratica professionale che noi anticipiamo in aula come momento essenziale del percorso didattico”.

 Il piano di didattica online dell’Università Suor Orsola Benincasa, nato per affrontare la necessità specifica, prescritta anche dal Governo, di stare a casa durante l’emergenza Coronavirus, si estende a tutti i percorsi formativi dell’Ateneo, compresi i numerosi Master e le Scuole di Specializzazione di ogni settore. Ed è un piano che prevede anche degli interventi amministrativi a sostegno degli studenti e delle loro attualità necessità, come il differimento del pagamento delle tasse o il rinvio a Maggio della sessione straordinaria di laurea.

Da Platone ad Elisa Frauenfelder: i grandi Maestri per ripartire con le lezioni in un momento drammatico

Χαλεπά τὰ καλά (Le cose belle sono difficili)”. Le lezioni ‘online’ del secondo semestre dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli ieri sono iniziate con una citazione di Platone quanto mai appropriata al momento emergenziale che è stata l’abbrivio della lezione del filosofo Gennaro Carillo, professore ordinario di Storia del pensiero filosofico in seno al Dipartimento di Scienze umanistiche diretto da Paola Villani che domani avvierà il suo corso di Letteratura italiana e fondamenti di retorica per la comunicazione.

Il ricordo di una grande Maestra della pedagogia italiana come Elisa Frauenfelder, ha, invece, aperto le lezioni del Dipartimento di Scienze formative, psicologiche e della comunicazione diretto da Enricomaria Corbi. “Ieri abbiamo ripreso le lezioni con entusiasmo ed ottimismo – racconta Fabrizio Manuel Sirignano, professore ordinario di Pedagogia generale – perché, come ci ha insegnato la Frauenfelder, a cui il nostro Ateneo dedica anche una sua aula oltre ad un prestigioso Premio internazionale, le grandi sfide della complessità possono e debbono essere anche l’occasione per trovare nuovi stimoli e nuove opportunità e questo vale anche e soprattutto nei settori della didattica e della ricerca”.

I problemi giuridici delle libertà personali al tempo dell’emergenza del Coronavirus, di cui tanto si dibatte in questi giorni, saranno inevitabilmente tra i nuovi temi delle lezioni del Dipartimento di Scienze Giuridiche, così come evidenzia il suo direttore, il costituzionalista Tommaso Frosini.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.