Quotidiano di informazione campano

“L’innocenza dei perversi”

0

Giovedì 3 novembre alle ore 18.00, la casa editrice Homo Scrivens presenta il nuovo libro di Lucia Stefanelli Cervelli, “L’innocenza dei perversi” (collana Direzioni immaginarie), in collaborazione con LaterzAgorà nel foyer del teatro Bellini – via Conte di Ruvo, 14 – Napoli. All’incontro con l’autrice partecipano Esther Basile e Raffaele Messina. Letture di Arnolfo Petri. Modera Aldo Putignano.

Dalla prefazione di Ruggero Cappuccio: Una scrittura tesa e originalissima per otto storie indimenticabili. Un concentrato sui malintesi dell’anima e sulla possibilità di restituirle splendore che da subito spariglia le carte dei luoghi comuni. I personaggi che lo popolano sono singolari conducenti di autobus o prostitute, abili tiratori di pistola o muratori: dietro l’apparente genericità della loro vita si svela appunto la battaglia tra la funzione sociale che essi svolgono e la loro essenza più profonda. La vita come precarietà programmata, la tentazione di non desiderare nulla come unica via per la libertà, gli attardamenti, le astruserie, il grigiore della giornata urbana, erompono dal lavoro della Stefanelli Cervelli con fascino chirurgico. L’Innocenza dei Perversi ha il pregio rarissimo di una trasvolata impressionistica che demolisce i generi. Questo libro è una materia poetica, saggistica e narrativa, che respira con naturalezza e spregiudicata capacità di elevare il lettore dalla semplice ricezione di una storia alla collaborazione attiva per goderla, pensarla e pensare. Le illustrazioni del libro sono di Gianmarco De Chiara Lucia Stefanelli Cervelli, fra le voci più note e apprezzate del teatro campano, è drammaturga, regista, docente di scrittura teatrale e sociologa della comunicazione scenica. Ha fondato, con Gianni Spataro, l’Associazione di Cultura Teatrale “L’Ascolto”. La sua opera teatrale, con prefazione di Domenico Rea, è stata pubblicata da Homo Scrivens (Teatro, 2013). Fra le sue opere più recenti L’occhio strabico. Racconti brevi e monologanti per intellettuali a riposo (Photocity Edizioni, 2011) e L’occhio fisso. Racconti monologanti per intellettuali piuttosto delusi (Homo Scrivens, 2014).

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.