Quotidiano di informazione campano

Lo storico Istituto Giovanni Caselli di Napoli Capodimonte rischia la chiusura

L'istituto Giovanni Caselli è stato istituito nel 1961 con decreto del Presidente della Repubblica allo scopo di “continuare l’antica tradizione artigianale, ma anche di ideare e sperimentare innovazioni nel settore”.

0

L’istituto per l’industria e l’artigianato “Giovanni Caselli” rischia la chiusura. Se ciò dovesse avverarsi, andrebbero in fumo secoli di storia relativi all’eccellenza campana della ceramica di Capodimonte.

Causa scatenante, una delibera della Regione Campania, che prevede l’accorpamento con l’Istituto Professionale “Isabella D’Este”. Ma studenti, professori, artisti, dirigenti dell’istituto, non ci stanno ed hanno subito attivato una mobilitazione per difendere le sorti di uno dei fiori all’occhiello della cultura partenopea, con una petizione online, le cui firme saranno indirizzate al governatore Stefano Caldoro, all’assessore Regionale all’Istruzione Caterina Miraglia, al sindaco di Napoli Luigi de Magistris e agli assessori comunali Annamaria Palmieri (Istruzione) ed Alessandra Clemente (Politiche Giovanili).

La scuola, di età borbonica, è sita dal 1773 nei locali all’interno del parco di Capodimonte, ovvero quando Ferdinando IV li assegnò quali sede della Real Fabbrica Fernandinea che sostituì la Real Fabbrica della Porcella istituita 30 anni prima da Carlo di Borbone. Adesso, con la decisione della giunta regionale, il “Caselli”, che da allora rappresenta un’eccellenza campana in tutto il mondo, rischia l’accorpamento e lo sfratto dagli storici locali di Capodimonte, nonostante già dal 13 giugno 2013 avesse provato ad ottenere il riconoscimento dello status di “indirizzo raro” per eludere il dimensionamento. Ma non lo ha ottenuto, nonostante la sua importanza! E ora, ai reggenti non resta che fare ricorso al Tar per evitare che l’eccellenza, la tradizione, e la sua storia possa andare perduta.

Alcuni cenni storici.

L’Istituto di istruzione superiore statale “Giovanni Caselli”, come si legge sul sito http://www.istitutocaselli.it, è stato istituito nel 1961 con decreto del Presidente della Repubblica allo scopo di “continuare l’antica tradizione artigianale, ma anche di ideare e sperimentare innovazioni nel settore”.

La scelta di ubicare l’istituto nel medesimo antico edificio, all’interno del parco di Capodimonte, che fu sede della prima Real Fabbrica della Porcellana, fondata dal sovrano Carlo di Borbone nel 1743, rappresenta simbolicamente l’intenzione di tracciare una linea di continuità con tale passato storico.

Si tratta, insomma, di uno dei luoghi piú importanti dell’artigianato mondiale. Si tratta di una delle tradizioni piú imponenti della nostra recente storia. Eppure …

Erika Sito

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.