Salerno, 16 marzo 2018  “Profili civilistici e penali del reato di false comunicazioni sociali e corretta redazione del Bilancio di esercizio 2018 alla luce dei principi OIC” è il titolo del convegno di altissimo profilo in programma lunedì 19 marzo per l’intera giornata al Grand Hotel Salerno. L’iniziativa, promossa dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (ODCEC) di Salerno in collaborazione con AIP – Andoc Salerno, riunirà anche gli altri tre Ordini della provincia (Nocera Inferiore, Sala Consilina e Vallo della Lucania) in un momento di confronto e aggiornamento su una delle materie più complesse e delicate della professione.

La riforma del falso in bilancio, frutto dell’intervento del Legislatore nel 2015, ha delineato infatti nuovi confini soggettivi e oggettivi con riguardo a questa fattispecie di reato, determinando anche un acceso dibattito giurisprudenziale. L’impatto della riforma sulle scelte di quanti operano quotidianamente nell’ambito di attività economiche d’impresa sarà al centro di un’analisi cui contribuiranno diverse parti interessate – dall’Agenzia delle Entrate alla Procura – consapevoli del ruolo centrale del commercialista quale presidio della legalità e della fede pubblica, oltre che di consulente in grado di far sì che le aziende redigano i propri atti sociali secondo le normative vigenti.

Due le sessioni di lavoro previste. Nel corso della prima sessione (a partire dalle 9.45), dopo una panoramica sulle novità introdotte in materia, saranno approfonditi gli aspetti giuridici, giurisprudenziali e di carattere contabile ed aziendalistico con cui i differenti attori economici e professionali sono tenuti a confrontarsi.

Con i presidenti dei quattro ODCEC coinvolti (Salvatore Giordano – Salerno,  Giovanni D’Antonio – Nocera Inferiore, Carmine Santangelo – Vallo della Lucania, Nunzio Ritorto – Sala Consilina – Circondario del Tribunale di Lagonegro) interverranno: per il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (CNDCEC) il consigliere segretario Achille Coppola e il consigliere con delega alla revisione fiscale Raffaele Marcello, il direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Salerno Emilio Vastarella, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Salerno Aurelio Tommasetti, il sostituto procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno Silvio Marco Guarriello, il presidente della Camera Penale di Salerno Michele Sarno, il capo area controllo imprese medie dimensioni della Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Salerno Maria Aldi, il professore ordinario di diritto commerciale presso l’UNISA Giovanni Capo, il presidente ANDOC Amelia Luca, il presidente dell’associazione Impegno e Passione Mauro Cappuccio. Modera il commercialista Rosario Camaggio.

Nel corso della seconda sessione dei lavori (ore 14.30) si focalizzeranno gli aspetti tecnici della redazione del bilancio di esercizio alla luce dei nuovi principi contabili OIC (Organismo Italiano di Contabilità) per approfondire il modus operandi da seguire per non incorrere nelle ipotesi di reato trattate nella prima sessione. In particolare saranno trattate la valorizzazione delle rimanenze di magazzino, le immobilizzazioni, il criterio del costo ammortizzato, la disciplina degli strumenti finanziari derivati speculativi e di copertura nella nuova disciplina del Codice Civile, il rendiconto finanziario, il principio di derivazione rafforzata, l’eliminazione della sezione straordinaria del conto economico, il deposito del bilancio e le ultime novità in materia fiscale.

Tra i relatori, Paolo Parisi, docente di diritto tributario presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione – Presidenza del Consiglio dei Ministri, e Paolo Gallo, dottore commercialista e Presales and Large Account di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia, che si soffermerà, tra l’altro, sulle novità e il perimetro di azione intorno al deposito al Registro delle Imprese del bilancio XBRL (eXtensible Business Reporting Language), standard informatico internazionale soggetto a novità applicative che gli esperti e tecnologi approfondiscono e dibattono. Modera il commercialista Renato Vicinanza.

Partner del convegno è l’agenzia di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia GAM di Salerno.

L’evento nasce dalla forte esigenza di aggiornamento in tematiche permeanti per l’esercizio della professione recepita dall’ODCEC di Salerno e resa operativa con un fittissimo programma di eventi formativi dedicati.

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com