Quotidiano di informazione campano

M5S: grillini ‘scatenati’ contro la Gambaro

0

 Roma, 11 giu. – L’ira di Beppe Grillo e del MoVimento contro la senatrice Adele Gambaro, rea di ‘lesa maestra” per aver rimproverato Grillo di usare toni troppo forti sul suo blog impedendo, in tal modo, di evidenziare il lavoro svolto dai suoi parlamentari. “Chi pensa che il problema di questo Movimento sia Beppe Grillo ha chiaramente sbagliato Movimento.
  O forse e’ in cattiva fede. Mi auguro che queste persone si facciano una domanda e si diano le dovute risposte. Da sole”.
  Cosi’ su Facebook il deputato 5 stelle, Luigi Di Maio, dopo le parole critiche pronunciate dalla senatrice Adele Gambaro e il referendum lanciato come risposta polemica dallo stesso Grillo sul suo blog con la domanda: ‘Sono io il problema?’. Ma alla Camera e’ un coro a difesa del leader 5 stelle, sia dai cosiddetti fedelissimi ma anche dagli ormai noti dissidenti.
  Dal senato intanto, secondo quanto si apprende, trapela gia’ la possibilita’ di provvedimenti che potrebbero essere adottati contro la senatrice Gambaro. “Gambaro e’ un problema – ammettono da ambienti di Palazzo Madama – ma ancora per poco…”. Questa volta il coro a difesa di Grillo e’ unanime. E spiccano quelli degli eletti che non hanno risparmiato critiche in alcuni momenti. Come quella di Walter Rizzetto, che affida le sue parole a Facebook: “La domanda ‘sono io il problema?’ posta da Beppe Grillo riceve una mia, personalissima, risposta: ‘e’ superfluo… il problema non sei assolutamente tu’; pur nutrendo a volte qualche aspetto critico, riconosco che sei una grande persona”. Sulla stessa linea anche Mara Mucci, pure lei talvolta agli onori delle cronache per opinioni piu’ critiche: “Il problema non e’ Grillo. Semmai, c’e’ un problema di comunicazione generale del Movimento e dei media nei nostri confronti. Devono uscire i contenuti e il Parlamento deve riacquistare la sua centralita’”. I fedelissimi sono piu’ compatti che mai. Il capogruppo alla Camera, Riccardo Nuti, scrive su Facebook: “Il problema in questo paese sono la coerenza e l’onesta’ e la colpa di Beppe Grillo e’ avere queste caratteristiche da sempre. Il m5s e’ Beppe e Beppe e’ il m5s.
  Beppe e’ liste pulite, Beppe e’ rinuncia e abolizione dei rimborsi elettorali, Beppe e’ denuncia scandalo Parmalat, Beppe e’ reddito di cittadinanza, Beppe e’ la speranza di cambiare veramente questo paese”. Anche Alfonso Bonafede non ha esitazioni. “Ognuno si prende le responsabilita’ per il lavoro che svolge – spiega ai giornalisti a Montecitorio – la senatrice Gambaro dia conto di quello che fa”. E conclude: “Bisogna crescere”. Anche per Massimo Artini, deputato toscano, il problema “non e’ assolutamente Grillo. Alcuni post sembrano minacciosi, ma devi capirli, come quello sul Parlamento”.
  Mentre sull’esito elettorale delle amministrative, osserva: “Sono andate come dovevano andare. Dove siamo radicati come Pomezia o anche Ragusa, e’ andata bene perche’ abbiamo lavorato negli anni”. Per Roberto Fico, altro fedelissimo nonche’ presidente della Vigilanza Rai, nessun dubbio: “Beppe il problema? Assolutamente no. Beppe e’ uno dei motori centrali del movimento, mette i contenuti ed e’ il megafono di tutti i cittadini che soffrono e che cosi’ possono incanalare la loro rabbia. Beppe usa i toni che ha sempre usato. L’estremizzazione dei concetti serve per la comprensione popolare. In ogni caso – conclude – il Parlamento deve iniziare a lavorare seriamente oppure e’ meglio che chiuda”. Anche Riccardo Fraccaro sostiene: “il problema e’ che e’ molto difficile mantenere la coerenza.
  Ci preoccupiamo dei toni di Grillo, quando i nostri fratelli fuori da qui guadagnano 500 euro? Il rischio e’ di essere assorbiti, inglobati da questo mondo – dice riferendosi al Palazzo – e’ difficile lottare contro tutti, c’e’ il rischio che si perda il contatto con la realta’. Il mio contributo e’ lottare qui dentro con le proposte di legge. Grillo sta tenendo anche i toni bassi – ha concluso – considerando la gravita’ del paese. Altro che toni alti”. Tanto compatta e’ la risposta dei suoi, che Grillo ha gia’ postato sul suo blog il via libera di fatto all’espulsione della senatrice Gambaro: “La senatrice Adele Gambaro ha rilasciato dichiarazioni false e lesive nei miei confronti, in particolare sulla mia valutazione del Parlamento, danneggiando oltre alla mia immagine, lo stesso MoVimento 5 Stelle. Per questo motivo la invito per coerenza a uscire al piu’ presto dal M5S”.
  .DA RADIO PIAZZA POLITICA
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.