Quotidiano di informazione campano

Ma la legge è uguale per tutti?

0

Nola  – E ora di cambiare, ci vuole più serietà tra i politici locali.
In occasione del Consiglio Comunale del 21 Marzo 2013, abbiamo assistito ad uno show vero e proprio. Ogni politico, la fa a modo suo. Ma la cosa più bella, è stata quando ha preso la parola il capogruppo Franco Ambrosio, che come in alcuni consigli del passato, ha fatto presente, che per lui è importante avere le telecamere. Addirittura, in un consiglio disse: a me le telecamere!.  Nellultimo consiglio però, non era presente la televisione. Appena vista la mancanza delle telecamere, ha esultato dicendo: La televisione non cè? Gli è stato risposto dal Presidente, che Videonola non cera, perché non gli era stato rinnovato il contratto. E il consigliere di rimando: Allora dobbiamo vedere cosa fare, perché la televisione è importante! così dicendo, ha fatto capire che a lui piace farsi vedere, offendendo la dignità di tutti i giornalisti, che erano li a titolo gratuito. Con questa crisi, non cè un soldo, dicono, e poi vogliono elargire 40.000 lanno per una sola persona? Non si potrebbero dividere tra radio, giornali e televisioni locali?
In questo consiglio cè stata la lettura da parte del Presidente del Consiglio Pizzella di una lettera scritta del giovane Consigliere uscente Giancarlo Napolitano, che ha passato lincarico alla nuova Consigliera Ruocco Chiara, alla quale è stato augurato un buon lavoro da parte di tutti i presenti, in particolare dalla collega Carmela Scala, che ci ha tenuto a dire, che finalmente dopo tanti anni anni, non resta lunica consigliera donna, ma ora siamo in tre, dopo Trinchese adesso Ruocco.
Auguri di un buon lavoro da parte della Redazione.
Pubblichiamo la lettera scritta da Gianluca Napolitano.

Gianluca Napolitano al Consiglio comunale: “Rafforzare l’impegno per il cambiamento”

Il testo del messaggio inviato dal capogruppo dimissionario di Città Viva, Gianluca Napolitano, al presidente del Consiglio comunale di Nola e letto da questultimo durante la seduta pubblica tenutasi ieri 21 marzo.

Egregio presidente, gentili consiglieri, cari concittadini,
in occasione della XVIII Giornata della Memoria e dellimpegno in ricordo delle vittime delle mafie, che il 21 marzo di ogni anno viene celebrata in tutta Italia, un doveroso omaggio va alle vittime innocenti della criminalità organizzata. Cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dellordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie, con lunica colpa di aver compiuto il proprio dovere con rigore e coerenza. In questaula il mio pensiero va, in particolare, ad Angelo Vassallo, sindaco di Pollica, e Mimmo Beneventano, consigliere comunale di Ottaviano, entrambi barbaramente assassinati per il loro impegno civile, esprimendo vicinanza a familiari ed amici che aspettano da tempo giustizia e verità. Nel loro nome è necessario rinnovare oggi limpegno collettivo nel contrastare la camorra ed ogni tentativo di infiltrazione o condizionamento, oltre che nel respingere con fermezza ogni forma di clientelismo, ogni sospetto di corruzione.

I grandi cambiamenti in atto nel nostro Paese spingono a compiere scelte forti e radicalmente innovative. Con le mie dimissioni e lalternanza tra consiglieri trova conferma la volontà di portare avanti un nuovo modo di concepire lattività politica, espressa sin dal primo giorno di questa consiliatura, animata da passione disinteressata ed intesa come servizio civile temporaneo, non al fine di inseguire progetti ed ambizioni personali. Come dimostrano i risultati delle ultime elezioni, mai come in questo momento è alta la sfiducia nella politica ed enorme la distanza tra cittadini ed istituzioni. Tutte le forze politiche dovrebbero prenderne atto ed abbandonare vecchie e superate consuetudini, in modo da lasciare la strada dei proclami autoreferenziali ed avviarsi concretamente nel difficile cammino verso il rinnovamento. È necessario modificare linguaggio ed atteggiamenti, mettendo al centro la trasparenza ed il dialogo, cancellando ogni privilegio e restituendo piena dignità ad ogni diritto.

In un momento così difficile per la nostra comunità lamministrazione comunale deve compiere ogni sforzo, in primo luogo, per dare risposte e strumenti concreti a chi ha perduto certezze e persino speranze. Ai nostri concittadini che hanno perso il lavoro o non lhanno mai trovato, a quanti sono costretti ad andare lontano per unoccupazione dignitosa, alla sofferenza sociale di unintera generazione di giovani che si affanna nella precarietà e non vede alcuna luce davanti a sé, alla condizione di estremo disagio di chi non ha un reddito sufficiente per arrivare alla fine del mese o rischia di perdere la casa. È indispensabile condurre una battaglia autentica contro emarginazione e povertà, concentrando risorse e competenze nella realizzazione di un modello di welfare municipale. Tante, troppe questioni restano da affrontare nella nostra città. Dalla tutela dellambiente ai beni comuni, a partire dalla ripubblicizzazione del servizio idrico fino alle scuole, passando per la difficile situazione in cui verte lospedale, la crisi senza precedenti delle attività commerciali con il conseguente declino del centro storico, lemergenza beni culturali, il degrado di rioni popolari e frazioni, le opere pubbliche bloccate, la scarsa manutenzione delle strade, la mancanza di trasporti pubblici, le scelte urbanistiche. Senza dimenticare il non meglio chiarito stato in cui versano le casse comunali, costantemente sullorlo del dissesto.

Auguro buon lavoro a Chiara Ruocco, che saprà portare meglio di me le istanze della cittadinanza nel Palazzo, in continuità con il programma ed i valori espressi dal movimento Città Viva.  A tutti voi un ringraziamento per lesperienza istituzionale vissuta insieme, sia nei momenti di collaborazione comune che in quelli di acceso confronto. Per quanto possibile resterò vicino alle istituzioni ed ai bisogni della mia città, alla quale sono profondamente legato, continuando limpegno per migliorare le condizioni di vita dellintera comunità, per favorire un futuro di benessere diffuso e giustizia sociale, nello spirito dellapertura culturale e dellaccoglienza.

Nola, 22.03.2013


Movimento Città Viva

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.