Quotidiano di informazione campano

MALATTIE DELLE VALVOLE CARDIACHE: A NAPOLI UNA “CAMMINATA PER IL CUORE”

Le malattie delle valvole cardiache riguardano oltre 1 milione di Italiani, ma sono conosciute solo dal 5% degli italiani. Per migliorare la conoscenza e sensibilizzare alla popolazione, Cuore Italia ha organizzato la “Camminata per il Cuore” a Napoli che parte domani, 17 ottobre, dal Castel dell’Ovo alle ore 11.

 Appuntamento oggii, 17 ottobre, alle ore 11 al Castel dell’Ovo per la “Camminata per il cuore”. La marcia, organizzata da Cuore Italia e Senior Italia FederAnziani, sarà un importante momento per informare la popolazione sulle malattie delle valvole cardiache.

Sebbene riguardino una buona fetta di popolazione, oltre 1 milione di italiani, sono poco conosciute. Come ci spiega Roberto Messina, Presidente Cuore Italia, “L’obiettivo di questa iniziativa è aumentare la conoscenza e la consapevolezza della cittadinanza su queste malattie. Purtroppo, le malattie delle valvole cardiache sono spesso ignorate dalla popolazione. Forse accade perché colpiscono persone soprattutto anziane, che tuttavia sono ancora nel pieno dell’attività e la cui vita viene gravemente compromessa da queste malattie che potrebbero essere individuate, diagnosticate e curate facilmente”.

Le malattie alle valvole al cuore, se non curate adeguatamente, provocano un peggioramento della qualità di vita del malato, possono causare scompenso cardiaco anche grave e portare a morte nel giro di pochi anni. La buona notizia è che si possono curare e guarire La tempestività è però fondamentale e, per questo è importante riconoscere i sintomi.

Affaticamento, fiato corto, dolore al petto e battito cardiaco irregolare potrebbero non essere solo segnali dell’età che avanza ma essere causati da un problema alle valvole cardiache.

Da questo nasce l’appello di Cuore Italia “Ascolta il mio cuore” per incentivare la popolazione a rivolgersi al proprio medico una volta riconosciuti i sintomi. Infatti, semplicemente attraverso l’impiego dello stetoscopio, è possibile rilevare i primi indicatori di queste malattie e procedere con ulteriori accertamenti, quali elettrocardiogramma, ecografia e consulto specialistico.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.