Quotidiano di informazione campano

Maltempo: 2 morti nel Varesotto Burlando, in Liguria 1 mld danni

CRONACA IL MALTEMPO NON SI FERMA ANCORA MORTI,RADIO PIAZZA NEWS

0

Roma,17 nov. – Il maltempo non da’ tregua al nord Italia e ha provocato due morti in Lombardia, nell’Alto Varesotto: a Cerro di Laveno una frana ha distrutto una casa poco prima della mezzanotte. All’interno dell’abitazione, al momento del crollo, erano presenti cinque persone. Tre sono riuscite ad uscire, le altre due sono rimaste sotto la coltre di fango. Una ragazza di sedici anni e’ stata estratta ancora viva, ma trasportata d’urgenza all’ospedale di Cittiglio non ce l’ha fatta ed e’ deceduta. Anche per il nonno della ragazza, investita dalla massa di detriti, non c’e’ stato niente da fare.

In Liguria la situazione e’ sempre piu’ difficile. “Credo che siamo arrivati ad almeno un miliardo di euro di danni”.
Cosi’ il presidente della Liguria Claudio Burlando, in visita ai comuni della provincia di Genova devastati dall’alluvione di ieri. “Mettendo insieme le tre devastazioni dell’ultimo mese – ha spiegato il governatore della Liguria – i danni a negozianti, aziende e alle opere pubbliche sono arrivati almeno a un miliardo di euro”.

Renzi: politiche ambientali regioni da rottamare – “Quando come primo atto di governo ho costituito una unita’ di missione contro il dissesto idrogeolgico mi hanno deriso. Ora spero sia chiaro il perche’ di quell’iniziativa”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, da Sidney, dove e’ in visita ufficiale. “Ci sono 20 anni di politiche del territorio da rottamare”, ha aggiunto il premier.

Interviene anche il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei e arcivescovo di Genova, che oggi pomeriggio ha visitato alcune delle zone maggiormente colpite dall’alluvione di ieri nel capoluogo ligure. “Invito tutti i genovesi a non lasciarsi abbattere da questi gravi avvenimenti e a dare sempre prova della loro grinta e della loro volonta’ e a reagire positivamente”. Il cardinale Angelo Bagnascoha detto: “Sono vicino a tutte le persone che sono state toccate innanzitutto alle due vittime (Antonio Campanella, morto il 9 ottobre scorso travolto dalla piena del torrente Bisagno, e Luciano Balestrero, ancora disperso dopo l’alluvione di ieri, ndr) e ai loro familiari, e a quanti hanno perso le loro cose. Vorrei anche dare atto di tanta solidarieta’ che immediatamente scatta” in queste situazioni “e anche oggi l’ho vista accanto alle persone, tra di loro. Questa – ha concluso – e’ una cosa veramente bella e grande”.

Bagnasco ha poi aggiunto: “Speriamo che le autorita’ competenti diano dei segnali concreti di vicinanza – spiega -. Sono stato a Pontedecimo dove abbiamo visto che ci sono stati danni notevoli, compresa una voragine nell’asfalto vicino al fiume che ha inghiottito una macchina.
E’ lo stesso film che si ripete drammaticamente – ha aggiunto – con tante persone che perdono il lavoro, i loro esercizi, hanno tanti disagi e un po’ si sentono soli”. Il presidente della Cei ha poi raccontato di aver incontrato molte persone e di aver percepito “molta amarezza, anche un po’ di rabbia, pero’ anche la volonta’ di riprendere e la voglia di continuare”. Il porporato ha poi aggiunto che “come diocesi, gia’ dall’altra volta, stiamo monitorando le situazioni di bisogno per cercare di fare, nei limiti delle possibilita’, dei piccoli interventi in modo da dare dei segnali di incoraggiamento e quindi questa lista si allunghera’. La chiesa – ha proseguito – e’ sempre vicina e desidero che la gente senta la vicinanza di noi pastori, a cominciare dai parroci, dai sacerdoti e dal vescovo.
Vedo – ha concluso – che veramente le persone sono sempre molto accoglienti, pur nella sofferenza e nella preoccupazione ma anche con molto affetto”.
CROLLA MURO DEL CIMITERO, LE BARE FINISCONO NEL TORRENTE – Un muro crollato al cimitero della Biacca, a Bolzaneto, in Valpolcevera, nell’immediato entroterra di Genova, ha riversato prima in un suo affluente e poi nel Polcevera numerose bare, circa settanta. I primi rinvenimenti sono stati fatti stamani. La polizia mortuaria, i vigili del fuoco ed i pompieri sono impegnati nei recuperi di bare e salme. Intanto proseguono le ricerche di Luciano Balestrero, il 67enne travolto dalla piena del torrente Ricco’ ieri pomeriggio mentre tentava di mettere in s alvo la sua auto.

A Genova, in localita’ Brigna, nella zona tra Crevari e Fabbriche, nell’immediato entroterra di Voltri, 180 famiglie sono isolate a causa di una frana che ha interrotto l’unica strada di accesso alle abitazioni, raggiungibili solo a piedi. A fare il punto della situazione, all’indomani dell’alluvione che ha colpito il capoluogo ligure, sono stati il sindaco, Marco Doria, e l’assessore alla Protezione Civile, Gianni Crivello. Dall’alluvione del 9 ottobre scorso ad oggi, poi, risultano sfollati altri 99 nuclei familiari, alla maggior parte dei quali il Comune sta fornendo assistenza abitativa. Per le situazioni piu’ difficili, che si prevede avranno una durata superiore ad un mese, il Comune ha disposto un contributo fino a 600 euro per ciascun nucleo familiare. In localita’ Brigna, dove ci sono 180 famiglie sfollate, “stanno arrivando sul posto – ha spiegato Crivello – due squadre della Protezione Civile, una delle quali sanitaria, per fornire loro assistenza, garantendo la presenza anche durante la notte. In caso di necessita’, e’ pronto ad intervenire anche un elicottero, nel caso fosse necessario trasportare qualcuno in ospedale. Non risultano disabili”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.