Quotidiano di informazione campano

MANCATO ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEL MUNICIPIO DI FORIO: TURISTA IN CARROZZELLA GRIDA IL SUO SDEGNO AI NOSTRI MICROFONI DURANTE IL PRESIDIO DEL PCIML TENUTOSI PROPRIO DAVANTI ALL’EX HOTEL GREEN FLASH

Gennaro Savio,per radio piazza news

0

Nel corso del Consiglio comunale di Forio tenutosi l’8 luglio 2013, e dopo che in merito aveva presentato una dettagliata istanza scritta, Domenico Savio, consigliere comunale di opposizione del PCIML, nel denunciare la vergognosa presenza di barriere architettoniche all’entrata del Municipio di Forio, chiese al Sindaco Francesco Del Deo l’urgente realizzazione di una pedana la quale, se ci fosse stata la volontà politica e amministrativa, sarebbe stata realizzata ad horas visto che devono essere coperti pochissimi gradini. La risposta del Sindaco, esternata come accade spesso con un tono di supponenza e sufficienza al tempo stesso fu: “Queste cose già le stiamo facendo ma non abbiamo la bacchetta magica”.

Ebbene, a oltre un anno di distanza da quel Consiglio comunale e nonostante che la vergogna delle barriere architettoniche dal Municipio poteva essere eliminata immediatamente, quei pochi gradini posti ai piedi dello stabile istituzionale di via Marina continuano  vergognosamente ad umiliare i disabili che sono letteralmente impossibilitati ad accedere al Comune. Nel corso del presidio organizzato dal PCIML e tenutosi nei giorni scorsi proprio sotto il nuovo Municipio di Forio per protestare contro la paventata soppressione della Guardia Medica nel nostro Comune, al microfono abbiamo denunciato il mancato abbattimento delle barriere architettoniche che non consentono ai diversamente abili di poter accedere in Municipio. E proprio nel mentre denunciavamo per l’ennesima volta questa inaudita vergogna sociale che discrimina a dismisura i diversamente abili, si è fermata una signora costretta in carrozzina che davanti alle nostre telecamere ha espresso tutto il suo sdegno per il mancato abbattimento delle barriere architettoniche in gran parte del territorio comunale. “Noi disabili – ci ha dichiarato la signora – che siamo una categoria protetta, siamo deboli, non abbiamo niente e non ci sono le pedane necessarie. Non possiamo andare in un bar o in una farmacia. Ieri ad esempio volevo andare in una farmacia per comprare delle cose personali ed è dovuto uscire il dottore perché io non potevo entrare. E’ una vergogna, è uno schifo. E che dire dei quattro gradini fuori al Municipio. Io ho una casa ma è impossibile vivere qui. L’anno scorso glielo detto pure al sindaco di aiutarci ma le pedane mancano ancora. Spero che l’anno prossimo cambi qualcosa, ma non per me perché io vado via ma per i disabili che abitano qui a Ischia”. Sindaco Francesco  Del Deo, dopo la nostra ennesima denuncia di piazza e le vibrate proteste della turista che da anni continua a scegliere di trascorrere  le vacanze a Forio nonostante le barriere architettoniche continuino ad abbondare in Paese, vi degnerete finalmente di permettere l’accesso in Municipio ai diversamente abili o dinanzi alle difficoltà di mobilità di questi ultimi lungo le strade del nostro Comune continuate a farci vergognare di far parte di una comunità che attraverso i suoi rappresentanti istituzionali non va incontro alle esigenze dei più deboli della società? Un ultimo appunto. Nell’incontro avutosi con gli amministratori di Forio per chiedere con forza che non venga soppressa la Guardia Medica, abbiamo chiesto al Vicesindaco Gianni Matarese il suo impegno personale a far si che si realizzi la pedana sui gradini presenti all’ingresso del Municipio. Speriamo che sia la volta buona.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.