Quotidiano di informazione campano

METEO DI OGGI 26 MARZO 2020VENTI dalla RUSSIA e dall’AFRICA si SCONTRANO sull’ITALIA, raffiche a 100 km/h. Ecco le ZONE più a RISCHIO

IL METEO DI RADIO ANTENNA CAMPANIA DA IERI E OGGI VENTO E FREDDO

APPROFONDIMENTO

Ciclone in azione al Centro-Sud. Maltempo su quasi tutta Italia con piogge forti dalla Calabria ionica verso la Basilicata e la Puglia. Piogge al Centro, più forti sui settori adriatici, specie in Abruzzo. Neve in pianura sull’Emilia Romagna, al mattino possibile anche in Toscana. Piogge deboli sul resto del Nord. La neve cadrà tra i 400 e 1200 metri al Centro, a quote alte al Sud.

 

NORD

Cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni nevose sulle Alpi e anche in Emilia Romagna possibili qui fino in pianura. Pioggia e neve sul Piemonte occidentale, più asciutto sul resto della Pianura Padana. Piogge deboli in Liguria. Mari mossi, venti moderati Nordorientali.Temperature

Senza particolari variazioni, valori massimi al di sotto dei 10 gradi su molte regioni.CENTRO e SARDEGNA

Maltempo generale sulle regioni peninsulari con precipitazioni diffuse, molto forti sulle regioni adriatiche, soprattutto sull’Abruzzo dove sono attesi nubifragi. Nevicate diffuse sugli Appennini a partire dai 400 metri di quelli toscani ai 900-1200 metri del resto delle regioni. Tempo più soleggiato in Sardegna. Da segnalare al mattino possibili nevicate fino in pianura sulla Toscana.Temperature

In diminuzione le massime con valori sotto i 10 gradi su quasi tutte le città di pianura.SUD e SICILIA

Diffuso maltempo su tutte le regioni con precipitazioni anche abbondanti e sotto forma di nubifragi sulla Calabria ionica verso la Basilicata e quindi la Puglia settentrionale. Migliora lentamente in Sicilia. Neve copiosa sugli Appennini al di sopra dei 1200-1400 metri, ma con quote in calo alla sera.Temperature

Pressoché stazionarie con valori massimi di poco sopra i 10 gradi.In questo ore si sta formando un vortice ciclonico sul basso Tirreno alimentato da una parte dai venti gelidi provenienti dalla Russia e dall’altra da correnti più miti in arrivo dall’Africa.
L’Italia si trova proprio nel mezzo del campo di battaglia dove si scontrano queste correnti diametralmente opposte, con raffiche fino a 100 km/h.
Scopriamo subito le zone più a rischio nelle prossime ore.

Nel dettaglio, la Bora soffierà sul medio e alto Adriatico con punte massime ad oltre 80 km/h, specie su Marche Abruzzo; su questi settori sono previste anche ulteriori nevicate fino a quote collinari. Il Grecale spazzerà invece le coste di ToscanaLazio Campania con raffiche anche superiori ai 50 km/h. Non andrà meglio sulla Liguria dove ci aspettiamo venti di Tramontana fino a 60 km/h.
Anche il moto ondoso è previsto di conseguenza in aumento con possibili mareggiate soprattutto lungo le coste marchigiane, abruzzesi e orientali sarde.

Massima attenzione al pericoloso vortice ciclonico sul basso Tirreno che dalla serata di mercoledì e poi giovedì farà ruotare le correnti in senso antiorario intorno al minimo depressionario: per questo motivo non sono da escludere intensi nubifragi e pericolose mareggiate soprattutto sui settori ionici di Sicilia e Calabria.

Tali condizioni resteranno pressoché inalterate anche nel corso della giornata di giovedì quando il ciclone continuerà ad imperversare praticamente su tutte le regioni del Centro-Sud. Le zone maggiormente a rischio saranno quelle ioniche, dove le raffiche delle correnti da Sud potrebbero raggiungere anche i 100 km/h.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.