Addio all’estate: il meteo di Napoli e di tutta la Campania è particolarmente inclemente a partire dal 1° novembre, giorno di Ognissanti che quest’anno apre un lungo Ponte dei Morti. Già nelle ultime ore del 31 ottobre, infatti, il clima subirà un drastico cambiamento, con pioggia e temperature in ribasso, per poi dare una vera e propria “spallata” quasi invernale con l’inizio di novembre. Colpa delle correnti umide provenienti dal Nordafrica che si uniranno agli annuvolamenti già presenti su Sicilia e Calabria, formando così un vortice di bassa pressione che “cancellerà” gli ultimi residui di tempo sereno che ancora si trovano sulle regioni meridionali e tirreniche.

A Napoli, già tra mercoledì e giovedì si registreranno i primi cali di temperatura, con le massime che raggiungeranno i 22-23 gradi e le minime tra i 15-16 gradi circa. Da venerdì 1° maggio, il quadro climatico cambierà completamente: piogge sparse sul capoluogo partenopeo, anche di notevole intensità a tratti, ed in generale anche sul resto della regione, soprattutto le zone interne. Temperature ancora in calo e che scenderanno fino ai 19-20 gradi di massima ed i 13-14 di minima. Venti moderati, soprattutto sulla fascia costiera, ma al momento non ci sono allerte da parte della Protezione Civile. Nei giorni successivi, il clima resterà per lo più questo, per quasi una settimana. Solo le temperature subiranno un lieve ritocco verso l’alto, ma senza quasi mai superare i 23 gradi di massima, già registrati in questi giorni. Le piogge, invece, saranno più deboli ma continue anche dopo il Ponte dei Morti, che dunque sembra essere da “spartiacque” tra un’estate fuori stagione ed un autunno che è invece in ritardo.METEO CAMPANIA