Quotidiano di informazione campano

Meteo / TANTA neve a MARZO sull’ITALIA. Inverno PAZZO, Nevicate fino a BASSA QUOTA

Neve a quote COLLINARI anche in Appennino, seconda settimana di MARZO tipicamente invernale

0

Ancora una perturbazione a carattere invernale sull’Italia. Un ennesimo impulso di aria abbastanza fredda proveniente dal Nord Atlantico si tuffa nel Mediterraneo nella notte su Martedì 8 marzo. All’indomani di Martedì, una bassa pressione alimentata da aria fredda di estrazione subpolare, interesserebbe diverse regioni del Nord portando instabilità e precipitazioni diffuse. In questo articolo,affronteremo l’aspetto della neve, legata a questo ennesimo peggioramento.
NEVE A BASSA QUOTA – Nell’immagine sopra abbiamo evidenziate tutte le aree interessate dallenevicate per Martedì 8, in estensione anche alla giornata di Mercoledì 9. La prima neve fino a bassa quota dovrebbe cadere, nella notte su Martedì 8, su Alpi e Prealpi orientali, tra il Trentino Alto Adige, il Nord Veneto e il Nord del Friuli. Altre nevicate sull’Appennino emiliano-toscano fino in collina.Nevicate deboli nel corso della giornata di Martedì anche sul resto delle Alpi. Le aree più interessate dalla neve, anche abbondante, saranno i rilievi emiliani, toscani, localmente romagnoli e quelli alpini e prealpini orientali. Su questi settori le nevicate insisteranno per tutta la giornata di Martedì 8 e per gran parte di Mercoledì 9. Gli accumuli saranno particolarmente abbondanti sull’Emilia centro-meridionale e sul Nord della Toscana dove la neve conquisterebbe, già dal mattino di Martedì, anche le basse quote e la pianura su Ovest Emilia, Parmense, Piacentino, ma le pianure occidentali pedemontane un po’ tutte. Neve in pianura anche sul Pavese e Alessandrino e a bassa quota su tutti i rilievi liguri centro-orientali.
ACCUMULI IMPORTANTI – Previsti accumuli su questi settori di 10/20 cm fino in pianura, ma anche 40/50 cm dalla media alta collina. Nel corso della serata di Martedì 8 e fino alla mattinata diMercoledì 9, la neve scenderebbe anche sul Centro Appennino intorno ai 1000/1100 m. Maggiormente interessati, su queste aree, i rilievi sudoccidentali delle Marche, quelli sudorientali umbri, tutti i rilievi abruzzesi centro-occidentali e quelli est laziali, con accumuli medi sui 10/20 cm, ma punte fino a 30/40 cm. In fine, locali nevicate, più brevi, Mercoledì sera, sul Sud Appennino,specie rilievi lucani occidentali, del Potentino, sul Pollino e sulla Sila calabrese, a quote comprese tra 800 e 1000 m. Seguite costantemente le nostre previsioni triorarie per tutti i dettagli sulle prossime nevicate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.