Quotidiano di informazione campano

Milano un 26enne grave in ospedale,mangia gli snack alla marijuana lasciati dagli ospiti del BeB : addetto alle pulizie grave in ospedale

SIMONE BIANCHIN Il 26enne è svenuto davanti a un collega, soccorso in codice rosso. Nella stanza appena lasciata da una coppia di americani c'erano anche altre tracce di droga

0

Si è sentito male ed è svenuto, dopo aver mangiato due barrette “Thc Hubby” di cioccolato arricchito con sostanze cannabinoidi che aveva trovato nel frigorifero della stanza del bed & breakfast in via Bramante, a Milano, dove lavora come addetto delle pulizie.

A ingerire lo snack, la cui vendita non è legale in Italia ma in altri Paesi viene commercializzato, è stato un 26enne cingalese che stamattina, entrando nella camera che era appena stata lasciata dalla coppia di ospiti (due ragazzi americani già partiti), aprendo il frigorifero per completare le pulizie ha trovato le barrette. Ha  così aperto la confezione e le ha mangiate: si è sentito male poco dopo. Con lui c’era un collega.

Quest’ultimo ha detto alla polizia

 che il malore è stato, senza dubbio, la diretta conseguenza di quello che aveva mangiato. Ma nella stanza c’erano anche altre tracce di sostanze stupefacenti. Al momento dunque non è chiaro se il malore del giovane, soccorso dal 118 e ricoverato per una terapia necessaria a togliere l’effetto del Thc, sia dovuto solo al cioccolato o anche all’uso di altre sostanze. Il 26enne è stato portato in codice rosso al Fatebenefratelli, non è in pericolo di vita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.