Quotidiano di informazione campano

Mostri senza scrupoli, rapiscono una bambina  e la costringono ad avere rapporti sessuali. Arrestati due genitori !

0

Violenza, prostituzione, abuso di minori , giri di pedofilia sono dei fatti che colpiscono molto il cuore delle persone . Casi molto frequenti  e purtroppo  all’ordine del giorno. Molte sono state le notizie apprese per rapimenti e violenze in cambio di ricchezza, ma soprattutto bambini strappati alla loro infanzia , bambini che perdono la loro innocenza e smettono di fare sogni , tutto per soddisfare le pretese economiche di mostri senza scrupoli, mostri senza un briciolo di umanità.

Questa volta è Caianiello ad essere  protagonista di un nuovo caso di violenza su bambini, ancora un episodio che fa rabbrividire e che anche questa volta vede come vittima una bambina innocente costretta a subire rapporti sessuali in cambio di soldi.

Si tratta di una bambina di origini Rom , di soli 12 anni, rapita e costretta a prostituirsi nella solita camera d’albergo a Caianiello (CA).  In cambio della prestazione della bambina , vengono incassati circa 3200€.

La madre della bambina  dopo essersi accorta del rapimento  è subito corsa dai Carabinieri  di Venafro ,chiedendo aiuto e denunciando la scomparsa della figlia ,coì dicendo: “Mia figlia è stata rapita”.

Dopo la denuncia della mamma i carabinieri hanno avviato le indagini e hanno scoperto che i rapitori della bambina sono due genitori , che con l’intento di far unire il proprio figlio con la bambina , l’avevano rapita. I carabinieri  una volta risaliti all’albergo ,hanno subito interrogato i due , che anche se inizialmente hanno negato , sono stati condannati per violenza sessuale e sequestro di  minore.

Ad inchiodare i due , il ritrovamento di mezzo chilo d’oro e 4mila euro in contanti, prova schiacciante del losco traffico di minori e di prostituzione dei due genitori.

Esposito Maria Carolina

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.