Quotidiano di informazione campano

NAPOLI A SAN GREGORIO LA STRADA DEI PRESEPI IL PRESEPE LO VOGLIONO CON IL BUE ELASINELLO.

0

A San Gregorio Armeno non hanno dubbi: nel presepe il bue e l’asinello ci vogliono. Nella via del presepe di Napoli, di togliere i due animali proprio non se ne parla nonostante nel suo libro “L’infanzia di Gesu” Benedetto XVI abbia sottolineato come nel Vangelo non ci sia alcun cenno ad animali. Artigiani e passanti sono concordi nel sototlineI turisti  hanno sfidato il maltempo con ombrelli, k-way e giacche antipioggia, sin dalle prime ore del mattino. Turisti stranieri provenienti soprattutto da Giappone, Russia e Inghilterra hanno affollato le strade del centro antico della città nel giorno dellImmacolata. A San Gregorio Armeno per un giorno si è parlato in tutte le lingue del mondo. Un vero e proprio boom di turisti tra le viuzze dei presepi, come preannunciato anche da Federalberghi al Mattino due giorni fa, che aveva snocciolato i dati delle prenotazioni: tutto pieno, tra il 70 e il 100 per cento. Il weekend dellImmacolata insomma non ha deluso le aspettative: piene le pizzerie ai Decumani, affari doro per i maestri presepiali e per un giorno sembra di essere nel favoloso mondo di Amelie. Cè chi compra il pastore di Obama, per riportarlo in patria, fieri di essere cittadini americani, come Patrick e Lara, una giovane coppia del Wisconsin, che racconta: «Non vedevamo lora di venire a Napoli a visitare la città, ma soprattutto di vivere latmosfera del Natale che avevamo letto soltanto sulle guide turistiche». Per un giorno i problemi della città congestionata, delle buche sulle strade, dei morti della camorra sembrano essere stati messi da parte.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.