Quotidiano di informazione campano

Napoli – Al Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli il Premio Internazionale S.O.F.I.A. “Onlus Sostegno Operativo Famiglie Italiane Assistite” Tra i premiati Carla FRACCI; un’icona l’Étoile

0

Napoli – Venerdì 21 aprile, presso la Sala Scarlatti del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli, si è svolta  la cerimonia della consegna del Premio Internazionale “S.O.F.I.A.”, giunto alla 2a edizione. Il Premio ha riscosso il plauso della direttrice del Conservatorio il Maestro Elsa EVANGELISTA mentre la conduzione è affidata alla consolidata esperienza di Gabriele BLAIR. L’Organizzazione è curata dall’Associazione S.O.F.I.A. Onlus, presieduta da Sofia BIANCO, in sinergia al Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli, diretto dal M° Elsa EVANGELISTA.  A ricevere l’ambito premio: eminenti personalità della magistratura, del mondo scientifico, religioso, militare, culturale, sportivo e musicale che hanno evidenziato particolari doti di altruismo e generosità verso il prossimo. “Intento del Premio – riferisce il Presidente BIANCO – è nato dalla consapevolezza che, oltre all’agire quotidiano verso le fasce sociali più deboli, è necessario perseguire il bene come scopo comune”. “Sono davvero fiera ed orgogliosa, riferisce il Direttore EVANGELISTA, di ospitare nel “tempio della musica universale” un Premio così prestigioso che vede tra l’altro un nome per tutti, un’icona l’Étoile Carla FRACCI”.  La notorietà di quest’ultima si lega alle interpretazioni di ruoli romantici, drammatici. Valgono gli esempi di  GiselleLa SylphideGiuliettaSwanilda e infine  Francesca da Rimini. Ha danzato con vari ballerini: Rudolf NureyevVladimir Vasiliev, Henning Kronstam, Mikhail BaryshnikovAlexander Godunov. Tra altro, alla fine degli anni ottanta, ha diretto il corpo di ballo del Teatro San Carlo di Napoli. Tra i premianti ci sono stati  inoltre il direttivo della Banca Popolare Vesuviana: il Vice Direttore Generale Gianni RUZZA; il Presidente Umberto DRAGONETTI, il Direttore Generale Enrico PISANO; Fiorella CARNEVALI, (ricercatrice E.N.E.A.); il Prof Giuseppe D’AIUTO Istituto Tumori Napoli Fondazione G. Pascale;  Nello DI COSTANZO (Giornalista Rai); I familiari di Don Peppino DIANA, Marisa, Diana ed Emilio; il Gen. B. Giuseppe FARAGLIA (Comandante del Centro Addestramento Volontari Capua); la Sig.ra Carla FRACCI (Étoile); Carlo FUCCI (Magistrato); la Sig.ra Marisa GRASSO, vedova dell’Ispettore P.S. Filippo RACITI; si ricorderà la vicenda dell’ Ispettore capo della Polizia di Stato, morto in servizio durante gli incidenti scatenati da una frangia di ultras catanesi contro la Polizia. Per la cronaca ci si riferisce ai i disordini alla fine del derby siciliano di calcio CataniaPalermo; episodi di violenza che poco o meglio nulla hanno a che fare con lo sport!. la Sig.ra Nadiya KAROL, vedova Anatolij KAROL eroe di Castello di Cisterna;  un ucraino ucciso nel tentativo di sventare  una rapina in un supermercato. Per l’occasione era presente il console ucraino a Napoli.  Giuseppe NOCHESE (Direttore Trauma Center A.O.R.N. – A. Cardarelli); il Ten. Col. Gianfranco PAGLIA “Medaglia d’Oro al Valor Militare”; una storia la sua che risale al 2 luglio 1993; è un militare ma anche politicodeputato  nella XVI Legislatura. La sua storia ha ispirato la fiction” Le ali, trasmessa su Rai 1 nel  novembre 2008; in breve ha partecipato alla missione IBIS UNOSOM II in Somalia. Nella battaglia del Pastificio avvenuta a Mogadiscio il  2 luglio 1993  fu  ferito; colpito alla colonna vertebrale, ora costretto su di una sedia a rotelle. Per la sua azione, è il caso di ricordarlo ulteriormente,  in combattimento ha ricevuto la medaglia d’oro al valor militare; i presenti spettatori, come per altri personaggi premiati,  si sono alzati in piedi in segno di omaggio. Nonostante tutto, l’invalidità conseguente non ha mancato di proseguire nella vita secondo i propri intenti. Nel 1997 è tornato a prestare servizio nell’Esercito! Ancora altri  premiati Sergio PIROZZI (Sindaco di Amatrice); personaggio noto anche in seguito quando nel 2016, si è trovato a fronteggiare l’emergenza sismica che ha colpito  il centro-Italia. Come  epicentro proprio la zona di Amatrice  che, purtroppo, ha subito il maggior numero di perdite di vite umane: Come tale, come si sa, è divenuto  uno dei più noti fra i sindaci delle località colpite. Le parole di Pirozzi; le sue prime parole  «il paese non esiste più», furono le prime a dare un idea dell’entità dell’accaduto ed ebbero, è noto, un notevole impatto in termini di stampa, informazione. Altri premiati: Franco ROBERTI (Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo); Simona ROLANDI (Giornalista Redazione Calcio Rai Sport); personaggio noto per chi segue uno sport come il calcio; Vincenzo STAIANO (Proprietario “O’ Zi Aniello” e pizzaiolo del Papa); Team U.S.A.R. Medium Toscano VVFF Unità Cinofile intervenute a Rigopiano e infine  Dino VITOLA (Produttore- Consulente- Manager e Talent Scout).

A.R

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.