vigilia — “Cancellare Palermo!” E’ questo, però, il vero obiettivo di Rafa Benitez, e lo ha ben spiegato alla squadra in questa vigilia di Europa League. L’opportunità è importante, il Napoli vorrebbe chiudere già domani sera il discorso qualificazione: l’obbiettivo è quello di provare a chiudere il doppio confronto col Trabszonspor, per poi dedicarsi al campionato e alla possibilità di poter competere per il secondo posto con la Roma. “Se c’è l’opportunità di segnare tante reti dobbiamo farle, c’è bisogno di tirare fuori il carattere. L’avversario è aggressivo, ha qualità, si vede che è una squadra il cui gioco è di grande intensità. Giocare contro di noi sarà una motivazione in più per loro”, ha spiegato l’allenatore del Napoli. L’Europa League resta uno degli obbiettivi anche se Benitez prova a frenare gli entusiasmi. “Questa partita è importante, perché ci dirà se possiamo ambire o meno alla vittoria finale. Si, siamo più forti del Trabszonspor, ma dobbiamo dimostrarlo in campo”.

Higuain dal 1′ — Il tecnico spagnolo, come detto, ha commentato pure la dichiarazione di Lavezzi che ha aperto ad un eventuale suo ritorno: “Peccato che non è tra i tesserati per schierarlo domani. Adesso, è inutile parlare di queste cose, ne discuteremo a tempo debito, ora concentriamoci su questa partita. Dopo Palermo, Benitez non ha nascosto la rabbia, ma dopo tre giorni si aspetta una risposta decisa da parte della squadra. “Perdere in quel modo, dopo sei vittorie consecutive, avrebbe fatto incavolare chiunque. Credo che i giocatori abbiano capito gli errori e spero che s’impegnino per non ripeterli. In porta giocherà Andujar, scelta che avevo deciso prima di quanto accaduto a Palermo. Higuain? Ha tante possibilità di giocare essendo squalificato per il posticipo di lunedì, contro il Sassuolo”.
 Mimmo Malfitan0, per radio piazza calcio